AL VIA LE MASTERCLASS DI ‘ICONA CALLAS’

INCONTRO CON LA FUMETTISTA E ILLUSTRATRICE VANNA VINCI

 

Una serie di lezioni magistrali apre il programma di eventi di ‘Icona Callas’ introducendo l’indagine intorno alla figura di Maria Callas attraverso diversi aspetti, secondo una prospettiva transmediale e multidisciplinare

Domani, mercoledì 6 dicembre, alle ore 11.00, presso l’Aula Magna della Cavallerizza Reale (via Verdi 9, Torino), si tiene la masterclass ‘Io sono Maria Callas. Incontro con Vanna Vinci’, la prima di una serie di lezioni magistrali che fino al 14 dicembre indagano la figura di Maria Callas, secondo una prospettiva transmediale e multidisciplinare. Le masterclass aprono ufficialmente ‘Icona Callas’, palinsesto di iniziative organizzato dall’Università di Torino nell’ambito del progetto UniVerso per celebrare il centenario della nascita del soprano Maria Callas. Il programma completo delle masterclass e delle altre iniziative è disponibile all’indirizzo http://www.unito.it/iconacallas

 

Con l’autrice Vanna Vinci discutono Stefania Rimini e Corinne Pontillo dell’Università di Catania, l’incontro è realizzato in collaborazione con ONO arte e Sottodiciotto Film Festival&Campus.

 

Nella graphic novel di Vanna Vinci, Callas diventa un personaggio da tragedia greca (di cui il libro rielabora lo schema, utilizzando addirittura il coro) e, allo stesso tempo, una superstar. Un’opera appassionante e commovente presentata dalla stessa autrice che fa emergere una riflessione sulla forza dell’arte come riscatto personale e sul talento come benedizione e condanna. La storia è frutto di una ossessiva ricerca di fonti che comprende testi e video. Molte sono, infatti, le biografie e i testi critici e altrettante le interviste, sia di Callas stessa che di altri che l’hanno conosciuta, che sono servite a comporre il tessuto di testo e immagini. La sfera artistica è stata volutamente solo sfiorata in modo da analizzare la parte intima e psicologica della donna Callas. Questa è in realtà una doppia biografia, di Callas e di Maria, nei termini in cui del resto lei stessa parlava di sé.

 

Dal 17 dicembre 2023, una mostra allestita nella Biblioteca Storica di Ateneo Arturo Graf, presenta una selezione delle tavole originali disegnate da Vanna Vinci a cura di ONO arte.

 

Vanna Vinci è nata nella fenicio-punica Cagliari. Lavora nel mondo del fumetto dal 1990. I suoi libri sono stati pubblicati da Sergio Bonelli Editore, Feltrinelli Comics, 24 Ore Cultura, Bao Publishing, Dargaud, Rizzoli Lizard, Hachette, Planeta, Kodansha, Mimesis, Teatro Nazionale di Varsavia, Kappa Edizioni, Granata Press. Le sue storie sono tradotte in Italia, Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Corea. Frida, Operetta amorale a fumetti è il suo successo più grande, venduto in più di quarantamila copie, tra ristampe, nuove edizioni e traduzioni all’estero. Lavora anche come illustratrice e autrice per ragazzi. L’ultimo libro pubblicato è il primo volume della miniserie Viaggio Notturno per la Sergio Bonelli Editore. Vive e lavora tra Bologna, Milano e Cagliari. La bambina filosofica è il suo personaggio più ribelle e sulfureo.