Bee Hive Reunion: il live streaming


Bee Hive Reunion
è il progetto musicale ispirato dall'anime Kiss Me Licia, tratto dal manga
Love Me Knight - Kiss Me Licia di Kaoru Tada, riproposto in Italia dal 1986 al 1988 in versione "live action" con diverse serie dal titolo Love Me Licia, Licia Dolce Licia, Teneramente Licia e Balliamo e Cantiamo con Licia.
Un successo travolgente ed inaspettato che, dopo tanti anni, spinge i protagonisti nel 2008 a diventare un progetto musicale con in nome di Bee Hive Reunion, con un consenso di fans ancora più incredibile.

Poco prima dello scorso Natale, i Bee Hive Reunion sorprendono tutti i loro fans con lo streaming live di "Mio Dolce Amore".

I Bee Hive Reunion sono composti da Pasquale Finicelli (Voce), Manuel De Peppe (Batteria, Piano, Arrangiamenti, Cori), Sebastian Harrison (Tastiere, Cori), Luciano De Marini (Chitarre, Cori) e Tony Amodio (Basso, Cori)

Manuel De Peppe ci racconta del progetto in questa intervista.

Bee Hive Reunion è il progetto musicale legato al telefilm Love Me Licia. Quando prende vita dunque Bee Hive Reunion?

Nel 2008 decido di riformare la band col nuovo nome BEE HIVE REUNION. Nello stesso anno siamo ripartiti con una marea di ospitate TV, radio e due concerti. 
 
Nel 2011 abbiamo intrapreso un tour, intervallato come sempre da molteplici ospitate in TV e in radio, seguite da diverse interviste per i giornali più importanti, con un riscontro di fans incredibile.

Il 24 dicembre dello scorso anno avete registrato live il brano "Mio Dolce Amore", postatolo su Facebook, totalizzando oltre 100.000 visualizzazioni in pochissimi giorni. Un bel dono di Natale a tutti i fans. Ve lo aspettavate?

I nostri tantissimi fans ci scrivono sempre chiedendoci di altri concerti, ma il nostro problema sono le distanze geografiche tra noi Bee Hive Reunion. Io vivo a New York, Sebastian a Los Angeles, Luciano e Pasquale a Milano e il nostro nuovo bassista Tony Amodio -che non faceva parte del line up originale- vive a Playa del Carmen in Messico.

Ogni volta quindi che si organizzavano tour o ospitate insieme era veramente molto complicato. 
 
Abbiamo sempre dovuto raggruppare tour e ospitate in due mesi e stare tutti in un unico posto di riferimento. In passato abbiamo scelto Milano come base per poi muoverci in giro, ma non è semplice quando si ha famiglia e altri impegni lavorativi, ma lo abbiamo fatto volentieri.

Quest'anno per accontentare i fans ho proposto agli altri di fare uno nei nostri pezzi tra i più amati, la ballad "Mio dolce amore", e registrarla in video e audio live e postarla su Facebook con un riscontro incredibile: in una settimana abbiamo registrato 140.000 views.
 
 
Credits video:
Arrangiamenti: Manuel De Peppe
Montaggio video: Tony Amodio

Siamo una band amata anche perchè trasmettiamo messaggi positivi, facciamo musica sana, un pop-rock con pezzi che vanno dalle ballad ai pezzi più ritmati, ma pur sempre con testi puliti e dove le persone si riconoscono. E' raro vedere a un concerto fans che vanno dai nerds, ai metallari, ai punk con diverse tendenze politiche o etiche, ma tutti che cantano insieme le nostre canzoni.

Tra l'altro i nostri fans, ex teenagers o ex bambini degli anni '80, oggi adulti, portano anche i loro figli ai nostri concerti e un genitore, come sai, ai figli trasmette solo una passione positiva e non l'opposto.

Il 2021 si spera sia un anno di rinascita per tutti, ma anche per le varie attività che non hanno potuto avere luogo come di consueto, come nel settore musicale. Cosa vi aspettate da questo 2021?
Questo 2020 è stato surreale e la situazione è ancora per aria in tutto il mondo.

Sono da anni anche produttore, arrangiatore e compositore oltre ai miei progetti di cantante solista ed è veramente tutto fermo.

Tutti i musicals di Broadway e gli spettacoli Off Broadway sono fermi fino ad almeno Giugno 2021. Un disastro!

Questa crisi colpisce non solo gli artisti, ma anche chi lavora dietro le quinte, ovvero tecnici, registi, promoters e molti altri.

Speriamo si risolva quanto prima per tornare alla normalità.

Ci sarà qualche altra sorpresa per i fans?
Mai dire mai... si vedrà.

Qual è il brano che più amate suonare e cantare? E quello che riscuote più successo tra il pubblico?
Sono tantissimi i brani e per i concerti abbiamo dovuto fare una scrematura. Per scegliere i pezzi abbiamo deciso di fare anche dei sondaggi rivolti ai fans per capire quali avrebbero voluto ascoltare durante i live. Purtroppo accontentare tutti è impossibile, altrimenti dovremmo fare concerti della durata di 5 ore. Ogni nostra canzone è una hit, per il motivo che erano anche colonna sonora dei nostri telefilms, quindi tutte famose.

Ognuno di noi Bee Hive ha diverse preferenze. Come batterista amo suonare i pezzi più ritmati tipo "Tornerà l'allegria", "Città Città" o "Freeway", però quando scendo dalla batteria e vado al piano amo suonare le ballad.

Gli altri invece, c'è chi è più rockettaro tipo Luciano, Sebastian e Tony, Pasquale invece è più melodico, essendo nato e cresciuto a Napoli. Ci compensiamo bene.

Negli ultimi anni è cresciuta sempre più la "nostalgia" ma al contempo anche l'entusiasmo e la voglia di ascoltare le canzoni dei cartoni animati della nostra infanzia, con i quali siamo cresciuti e continuiamo a divertirci. Come ve lo spiegate?
Incredibile, pur non andando in TV tutti i giorni, la nostra popolarità cresce sempre di più.

Forse la nostalgia nel pubblico nasce perché forse al giorno d'oggi gira tanta pattumiera sia nel settore musicale che in TV, con programmi pieni di parolacce e violenza gratuita. Quindi forse noi siamo una sorta di "rifugio" virtuale dove le persone possono tornare a vivere le emozioni dei tempi, i magici anni '80.

I nostri pezzi comunque sono pop-rock e anche non semplici da suonare, motivo per il quale abbiamo anche tantissimi fans che sono musicisti e diversi fans vip. Diversi artisti italiani o band iniziarono ad avvicinarsi alla musica perchè ci guardavano in TV nei telefilm quando erano bambini o teenagers.

Comunque la popolarità è riesplosa grazie anche a internet e Youtube.

Ma prima ancora, Michelangelo Di Gennaro e sua sorella Lia, crearono per passione un sito su di noi. Lo notai e li contattai per ringraziarli, proponendogli di farlo diventare il sito ufficiale dei Bee Hive Reunion.

Facciamo un passo indietro per coloro -pochissimi- che non vi conoscono. Chi sono in realtà i Bee Hive? Quando nasce la passione per la musica? Come vi ritrovate nel telefilm Love me Licia che ha scatenato un meraviglioso successo che ancor oggi ricordiamo con tanto affetto?
Non siamo stati la classica band che nasce in un garage, ma siamo nati da un network e prima ancora nata da un cartone animato e prima ancora da un manga giapponese.

In sostanza, ci siamo ritrovati ad essere una band per una fiction.

Sono cresciuto nella musica. Mio nonno era il Maestro Franco Cassano, colui che diresse la Durium, una delle case discografiche più importanti in Italia, oltre ad essere compositore e arrangiatore di diversi classici italiani ed internazionali.

Da bambino lo seguivo sempre in studio di registrazione, ai vari festival di Sanremo e a St.Vincent. Mia nonna invece era Soprano lirico. La musica quindi è stata presente sempre nella mia vita, sin dalla tenerissima età.

Ai tempi, quando nel 1986 la Merak Film pensò di continuare la storia del cartone "Kiss me Licia", non esistendo sequel in Giappone, il bravo e geniale Cip Barcellini, fondatore e produttore della Merak, ebbe l'idea coraggiosa di continuare in versione "live action". Nel mentre avevo iniziato da due anni a fare spot pubblicitari e suonavo anche in una band di Milano come tastierista e cantante, quindi tra un provino e l'altro capitò anche quello per i telefilm di "Licia".  Tra l'altro conoscevo e amavo il cartone animato grazie a mia sorella che aveva 5 anni in meno di me -quindi ai tempi 10 anni- e mi appassionai alle canzoni dei Bee Hive, comprando anche il disco.

Diventare poi un Bee Hive fu molto strano e divertente, perché è come se uno guardasse Superman e si ritrova a diventarlo.

I Bee Hive, oltre ad essere una band, sono sempre stati considerati quasi dei supereroi, perché a Carnevale in tantissimi si vestivano -e si vestono- come noi. Solitamente a Carnevale ci si veste da supereroe e raramente da cantante o da membro di una band.

Quali saranno i prossimi progetti del Bee Hive?
Ora come ora è impossibile dirlo.

Personalmente ho altri progetti in ballo, ma anche questi in stand by per via della situazione che stiamo vivendo tutti.

Attualmente sto scrivendo idee per film e fiction nelle quali mi piacerebbe anche tornare a recitare e debuttare come regista, cosa che ho sempre amato insieme alla musica.

Con i Bee Hive Reunion non abbiamo ancora certezze. Sarebbe bello organizzare un grande concerto a Milano, la mia città natale e dove i Bee Hive in carne ed ossa nacquero artisticamente e dove ci aspettano da sempre.

Un successo confermato anche in occasione della nostra partecipazione al Telefilm Festival del 2008 in Piazza Liberty a Milano, dove servì la polizia municipale per farci lasciare il palco... era strapiena!

Speriamo comunque che il mondo riprenda a funzionare presto.

Potete seguire Manuel De Peppe su Facebook e Instagram. Inoltre nei digital stores ufficiali potete trovare la sua discografia solista recente dal 2011 ad oggi.
 
Potete seguire anche i Bee Hive Reunion su Facebook e Instagram.
 
Il singolo dei Bee Hive Reunion "Don't say goodbye" lo trovate in tutti i digital stores ufficiali.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici