La maratona di incontri nella seconda giornata di BilBOlbul


 
NON CONFORME, POLITICO, OSCENO, EROTICO:
LA MARATONA DI INCONTRI ON LINE SUL "CORPO"
NELLA SECONDA GIORNATA DI BILBOLBUL, FESTIVAL INTERNAZIONALE DI FUMETTO DI BOLOGNA
Tra gli ospiti di sabato 28 novembre Maria Nadotti, Anke Feuchtenberger, Alice Socal, Claudia Durastanti, Émilie Gleason e Nicoz Balboa

 
Una vera e propria maratona di incontri e tavole rotonde online per esplorare e approfondire il tema del corpo, al centro della 14ma edizione di BilBOlbul, il Festival internazionale di fumetto di Bologna in programma fino a domenica 29 novembre: è fitto il programma di domani, sabato 28 novembre, che sarà possibile seguire sul sito www.bilbolbul.net o sulle piattaforme social del Festival (YouTube e Facebook). Ad aprire la giornata alle ore 10.00 la traduttrice e saggista Maria Nadotti con l'incontro "Dall'autorappresentazione del corpo alla sua cancellazione", incentrato sul corpo e sulle forme contemporanee della sua rappresentazione. Alle 11.00 l'incontro "Nuove forme di bellezza" vede Anke Feuchtenberger, che con il suo stile onirico ha fatto la storia del fumetto europeo e aperto la strada a tante giovani autrici, e Alice Socal, talento del fumetto italiano, in un dialogo che mette a confronto due generazioni di autrici e due momenti della storia del fumetto femminile. Alle 12.00 Alex Bodea, Max Baitinger ed Émilie Gleason in "Contro i bordi. Corpi, spazi e confini nel nuovo fumetto comico", mentre alle 15.30 sarà affidata alla scrittrice Claudia Durastanti una riflessione sul ruolo del corpo nella fantascienza femminile. Sempre Durastanti intervista, alle 16.30, la spagnola Ana Galvañ e la svedese Linnea Sterte, due autrici che, con i loro esordi, hanno portato nuova linfa al genere della fantascienza a fumetti, nell'incontro "Ai confini del corpo. Visioni di futuri possibili tra natura e tecnologia". Infine alle 17.30 "Born This Way. Il disegno e il racconto di sé come scoperta e trasformazione" sulla multiforme arte di Nicoz Balboa, in cui diario e autobiografia diventano un'appassionata e ironica riflessione sull'identità, le relazioni, le lotte e le gioie dell'esistenza. La scelta di coinvolgere nella discussione, assieme ad autrici e autori, nomi estranei al mondo del fumetto è la conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, della maturità di linguaggio del graphic novel, capace di decifrare questioni complesse e di maneggiarle da una prospettiva complementare a quella della letteratura e dell'arte.
Domenica 29 una giornata dedicata alla scoperta dei migliori graphic novel usciti nel corso di un 2020 particolarmente sfortunato per l'editoria con "BBB Consiglia", programma di incontri con autori e autrici: tra loro Émilie Gleason che presenta il suo graphic novel Ted, un tipo strano (Canicola), uscito in occasione del Festival, in cui usa il linguaggio del comico per raccontare l'autismo e Sara Menetti, autrice del Pregnancy Comic Journal (Feltrinelli), diario sincero e antiretorico sulla gravidanza e la maternità.

BilBOlbul – Festival internazionale di fumetto
Bologna, 27 – 29 novembre 2020
a cura di Hamelin Associazione Culturale
Con il sostegno di: Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Accademia di Belle Arti di Bologna, Università degli Studi di Bologna – Erasmus Mundus in Culture Letterarie Europee, Fondazione Cineteca di Bologna, Bologna Musei, Biblioteca Salaborsa.
Main partner: Gruppo Hera.
Partner: Albergo Al Cappello Rosso, Arci Bologna, StickerMule, Squadro Stamperia Galleria d'Arte.
Con il contributo di: Fondazione Nuovi Mecenati, Goethe-Institut Italia, Danish Arts Foundation.

Per info: Hamelin Associazione Culturale www.bilbolbul.net

a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici