Lucca Comics and Games 2019 - Il ritorno


La 53esima edizione di Lucca Comics & Games si è appena conclusa. Un successo in costante ascesa che ha visto in questa occasione vendere oltre 270.000 biglietti (per la precisione 270.003), ma molteplici sono anche le persone che giungono a Lucca per passeggiare tra le mura e godersi lo spettacolo.

La città di Lucca che per cinque giorni ha ospitato il festival, si riappropria ora degli spazi concessi alle migliaia di persone che sono giunte da tutta Italia per vivere all'insegna del mondo dei fumetti, dei giochi e del cinema, con coloro che li hanno creati.



Cinque giorni che sono stati funestati dalla pioggia, ma che non ha scoraggiato le persone nel raggiungere la cittadella medievale.

Tantissimi gli ospiti prestigiosi che hanno incontrato il popolo dei visitatori, tantissimi gli eventi che li hanno intrattenuti, molteplici i chilometri macinati in giro per la città per accorrere ai vari eventi e stands, o semplicemente per passeggiare affianco ai tantissimi cosplayer che hanno affrontato la pioggia, pur di indossare il proprio costume e trasformarsi per un giorno nel loro personaggio preferito.

Tra gli illustri ospiti di questa edizione ci sono stati Hirohiko Araki, il quale ha raccontato al pubblico uno dei suoi manga più famosi, ossia Le bizzarre avventure di Jojo. E' giunto a Lucca ance Rokuda Noboru, autore del mitico manga e anime Gigi la trottola. Altra ospite di questa edizione è stata Emil Ferris, alla quale è stata dedicata anche una mostra. Anche Don Rosa è stato uno degli ospiti di questa edizione, assieme a Chris Claremont. Tra i fumettisti italiani invece sono stati presenti Leo Ortolani, Zerocalcare, Gipi e molti altri.

Uno dei luoghi più frequentati è senza dubbio Palazzo Ducale, dove sono allestite le mostre. Questa edizione ha ospitato le tavole di Suehiro Maruo, Emil Ferris, Barbara Baldi, Alessandro Bilotta e Armand Baltazar, in un allestimento suggestivo.


Piazza Napoleone è il regno delle case editrici, dove appunto fare incetta di fumetti. Il cuore pulsante della città è sempre dedicato ai fumetti, mentre nelle zone decentrate e lungo le mura, si possono trovare padiglioni dedicati ai games o ai gadgets, passeggiando tra i viali più ampi.






Le case editrici hanno annunciato le novità della stagione, con nuovi e attesissimi titoli, ma anche meravigliando con annunci fuori dal comune. Come l'albo di Dylan Dog, dove l'indagatore dell'incubo finalmente convola a nozze... ma con il suo fedele Groucho. L'annuncio di una pellicola cinematografica di Dampyr, dove Harlan Draka e soci prenderanno vita in carne ed ossa.


Tra le altre novità presentate dai vari editori ci sono StarDragons di Paolo Barbieri (Lo Scarabeo), L'arte del Sushi di Frankie Alarcon (Star Comics), La scuola di pizze in faccia del professor Calcare di Zerocalcare (Bao Publishing), Diaro di una imbranta di Svetlana Chmakova (ReNoir Comics) e Malabrocca di Roberto Lauciello (ReNoir Comics).



Questo invece l'elenco dei vincitori del Premio Gran Guinigi:

Miglior fumetto per giovani lettori
Storiemigranti, di Sio e Nicola Bernardi
Feltrinelli Editore

Miglior autore esordiente
Fumettibrutti (ex aequo)
Zuzu (ex aequo)

Riscoperta di un'opera
Il diario della mia scomparsa, di Hideo Azuma
J-Pop

Migliore sceneggiatore
Lorenzo Palloni per La lupa (saldaPress) e Instantly
Elsewhere (Shockdom)

Migliore disegnatore
Martoz per Instantly Elsewhere (Shockdom)

Migliore autore unico
Jason Lutes per Berlin (Coconino Press)

Migliore iniziativa editoriale
La collana Audace di Sergio Bonelli Editore

Migliore fumetto breve o raccolta
Senza Limiti, di Jillian Tamaki
Coconino Press

Migliore serie
Demon, di Jason Shiga, Coconino Press (ex aequo)
Gli Orchi-Dei, di Bertrand Gatignol e Hubert, Bao Publishing (ex aequo)

Migliore Graphic Novel
Bezimena – Anatomia di uno stupro, di Nina Bunjevac
Rizzoli Lizard

Premio Speciale della giuria
Mat Brinkman per Multiforce e Teratoid Heights (Hollow Press)

Un elemento sul quale Lucca Comics and Games ha puntato molto in questa edizione è stato il teatro. Dopo Kobane Calling On Stage, Lucca C&G ha presentato Io sono Cinzia (ovvero l'amore non si misura in centimetri), spettacolo tratto dalla graphic novel Cinzia, di Leo Ortolani, sul tema della transessualità. Uno spettacolo che ha ottenuto molti consensi da parte del pubblico e della critica, anche se ha suscitato diverse polemiche prima della sua messa in scena, a causa del tema dello spettacolo.

Per quanto riguarda i Games, tantissime sono state le novità presentate. Il gioco dell'anno è stato El Dorado, ideato da Reiner Knizia e prodotto da Ravensburger.

Tra i vari giochi segnaliamo anche Fantozzi e la Coppa Cobram, un gioco "sleale" dove vince chi arriva prima al traguardo, ma commettendo una serie di scorrettezze tutte da ridere. Un gioco ambientato proprio come nella mitica Coppa Cobram, dove ne succedono di tutti i colori.

A Lucca è stato svolto anche il D&D Epic, il maggior evento mai realizzato in Europa con 180 giocatori e 30 Dungeon Master che hanno giocato la più grande sessione simultanea di D&D in Europa.


Novità anche nell'ambito movie, dove abbiamo potuto assistere alla maratona Zombieland, con la proiezione del film cult Zombieland ed il suo seguito, Zombieland 2 – Doppio Colpo. Una pellicola divertente che ripercorre la strada del primo film, ma aggiungendo chicche e scene esilaranti in tema di apocalisse zombie.


Per quanto riguarda gli ospiti sono stati presenti Sir Patrick Stewart che ha annunciato il ritorno di Picard ai fan di Star Trek per la prossima serie prodotta da Amazon, ossia Star Trek: Picard. Presente anche Joonas Suotamo, l'attore che interpreta Chewbecca in Star Wars: L'Ascesa di Stkywalker.

Anche in questa edizione non sono mancate polemiche e dibattiti, ma siamo certi che da ogni confronto possa nascere qualcosa di buono per il miglioramento dell'esperienza di Lucca Comics & Games.

Alla prossima edizione!




SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici