Utsubora, volume 1. La recensione

Nakamura Asumiko
Utsubora vol. 1 (di 2)
Collana Coconino Doku
Pagine: 208, bianco e nero, formato 15 x 21 cm.
Prezzo: 16 euro
Uscita: Agosto 2018
ISBN: 9788876184048

Utsubora, in arrivo nelle librerie, è un manga che colpisce per i suoi raffinati disegni -rigorosamente in bianco e nero- e per l'intrigante storia nella quale ruotano pochi ma efficaci personaggi.

Utsubora è la storia di uno scrittore che viene coinvolto nella morte di una giovane ragazza, ossessionato poi dalla gemella della giovane che ha perso la vita. Una storia che vede coinvolti anche la nipote dello scrittore, che sembra abbia una cotta per suo zio, coinvolgendo la polizia e l'editor del protagonista, che sembra in tutto e per tutto non solo intenzionato a far bene il suo lavoro, ricordando le scadenze allo scrittore, ma sembra seguirne i passi professionali.

Apparentemente -ma forse anche volutamente- i personaggi hanno tutti uno scopo ben preciso, "succubi" o "ammaliati" dallo scrittore e dai suoi libri, ma l'epilogo di questa storia verrà svelata soltanto nel secondo volume.

L'autrice, Nakamura Asumiko, ha ben orchestrato l'andamento della storia, disseminando indizi ed immagini che legate tra loro lasciano una traccia al lettore. Stando ben attenti nella lettura, si scoveranno alcuni dettagli che indurranno a pensare l'epilogo della storia in un determinato modo, ma il colpo di scena è sicuramente dietro l'angolo, ma non in questo volume.

Nel primo volume di Utsubora viene raccontato l'ambiente ove si aggirano i personaggi, svelando pian piano alcuni elementi personali che possano ricostruirne la personalità.

Un manga dalle note sensuali, che intreccia oltre il mistero, anche relazioni pericolose.

Il tratto di Nakamura Asumiko è delicato ma al tempo stesso ben delineato, avvolgendo le scene erotiche con classe e malizia, ma senza mai trascendere nel volgare.

Anche l'impianto della storia è ben delineato, conducendo il lettore verso il mistero. Un thriller che non vediamo l'ora di leggerne la fine.

L'AUTRICE
Nata nel 1979 nella prefettura di Kanagawa, Nakamura Asumiko esordisce nel 2000 con un breve racconto pubblicato sulle pagine di Manga Erotics F. L'opera, che si aggiudica un premio per autori esordienti, le offre immediata popolarità. Sempre sulla stessa rivista, realizza alcuni tra i suoi titoli più importanti (Koperunikusu no kokyū; J no subete), iniziando parallelamente nuove collaborazioni con altri editori. Diventata la più popolare autrice di boy's love, Nakamura si concede anche frequenti e fortunate incursioni nel mondo del fumetto per ragazze (shōjo manga) e per adulti (seinen). Dalle sue opere sono state tratte serie d'animazione e trasposizioni in film per il grande schermo.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici