Intervista a Lorenza Di Sepio, autrice di Simple&Madama

Lorenza Di Sepio è l'autrice di "Simple&Madama", fumetto "esploso" nel web e divenuto successivamente una serie di fumetti cartacei.
"Tandem", uscito da poco per Magic Press Edizioni, prosegue il capitolo cartaceo della coppia protagonista delle simpatiche situazioni illustrate da Lorenza.
Ma tante sono le avventure disponibili sul web, sulla sua pagina facebook.
Scopriamo qualcosa di più su "Simple&Madama" e su Lorenza.

"Tandem" è il tuo nuovo lavoro, il seguito (o triologia) di Simple&Madama. Quali avventure vivranno la nostra simpatica coppietta?
Dopo il San Valentino di "Orgoglio&Pregiudizio", si passa direttamente alla fase successiva.
L'uscita dall'inverno, l'avvicinarsi della bella stagione e quindi tutto ciò che ne comporta: l'ansia per la prova costume, la lotta per restare in forma, passando poi per lo stress pre-vacanza e alla vacanza stessa.
Fino a concludersi col ritorno, ahimè, dalle ferie.  E il tutto, sopportandosi l'un l'altra.
Una serie inesauribile di situazioni -divertentissime- dove Simple&Madama si ritrovano, cercando di superare quei piccoli (o talvolta enormi) ostacoli alla coppia. Come fanno a "sopravvivere" senza scoppiare?
I due personaggi sono opposti, eppure fondamentali l'uno per l'altra.
Si sopportano, ma si fanno da spalla, si compensano e completano. Un po' come succede nella vita, no?
Altro non so dire, sono andati definendosi da soli, pillola dopo pillola, ed io li lascio fare.
E poi, pensa che guaio se fossero entrambi con lo stesso carattere. Non durerebbero più di una vignetta!
Ti è mai capitato che qualche tua fan ti dicesse: "Io mi ci rivedo troppo in Madama... sembro io!"? (ma anche la sottoscritta spesso lo dice sorpresa). Se si, pensi che noi tutte siamo delle Madama fatte con lo stampino o sotto sotto, tutte le donne (in un rapporto a due) si somigliano?
Mi capita spesso di sentirlo e, in effetti come dico sempre, sono la prima ad immedesimarsi.
Portare avanti questo progetto l'ho trovato quasi terapeutico, mi ha dimostrato che non sono poi così assurda se c'è chi la pensa e vede come me!
Non mi piace l'idea dello stampino, ogni persona, uomo o donna che sia, ha una sua unicità. Però sicuramente ci sono dei luoghi comuni che funzionano, su cui giocare e ironizzare.
E il fatto che questo progetto piaccia tanto, è proprio perché ci sono persone che non si prendono troppo sul serio!
Svelaci il tuo segreto: qual è la fonte della tua ispirazione?
Non so rispondere.
E' inutile negare che parte delle storie sia autobiografica, ma l'ispirazione e gli spunti possono arrivare ovunque, in qualsiasi momento.
A cena con gli amici, sul divano col ragazzo, davanti alla tv.
A volte anche per strada, osservando le persone che passano. Non a caso, giro sempre col blocknotes, o mi appunto idee sul cellulare!
In un mondo popolato di Madama, come fanno i "piccoli ed ingenui" Simple a trovare la loro metà della mela senza essere oggetto di attenzione di qualche "bionda" svampitella? Mi riferisco a qualche scenetta di "Il bello e la bestia", altro tuo divertentissimo fumetto.
Il problema non è tanto per i Simple che, essendo spesso abbastanza ingenui, nemmeno se ne rendono conto. Il problema è per la categoria delle Madame che poi devono prendere in mano la situazione!
Amamda, che poi è l'anagramma di Madama, è un personaggio nato per caso per esigenza di sceneggiatura, diciamo. E l'ho adorato da subito!
Anche se non provo la stessa simpatia per le "Amamde" della vita di tutti i giorni, ne ho incontrate un paio e mi sono bastate!
Quando ti avvicini al mondo del fumetto?
Col fumetto ho avuto un rapporto altalenante.
Da piccola preferivo guardare i cartoni animati, anziché leggere.
Ho scoperto il piacere di leggere fumetti in età adolescenziale con i manga dell'epoca.
Dopo la maturità sono tornata sulla strada dei cartoni animati, studiando animazione 2D e lavorando in uno studio per quasi 10 anni.
Poi arrivano Simple&Madama e mi fanno precipitare di nuovo in questo mondo.
Stavolta in maniera più consapevole. Non per niente ho ripreso a comprare e leggere fumetti, per lo più graphic novel.
Ti aspettavi tutto questo riscontro di pubblico?
Assolutamente no.
Peraltro Simple&Madama nasce in maniera del tutto spontanea e senza pretese editoriali.
Quando ho visto le mie vignette sui social ("rubate" dal blog e postate da account o fanpage d'altri) ho deciso di creare una pagina "ufficiale" col solo intento di raggrupparle tutte e associarle al mio nome.
E' stata una scelta ingenua, ma fortunata. Altrimenti non avrei mai conosciuto questo feedback positivo, nè sarebbe diventato un lavoro.
Tra le tue storie, quale personaggio -o persona- ti piacerebbe ritrarre nei tuoi fumetti? Vi è magari, tra le storie e le strisce che pubblichi quasi quotidianamente sulla tua pagina FB, qualche persona ritratta di cui ti sei "vendicata"?
Mai, non darei mai la soddisfazione di essere un personaggio delle mie storie a qualcuno di cui mi voglio vendicare!
Però ammetto che molto spesso le comparse (soprattutto quelle de Il Bello e la Bestia) sono amici o parenti, che mi piace rendere partecipi in questo modo.
Quanto di te c'è in Simple&Madama e quanto invece è frutto di racconti di amici e amiche che ti raccontano le loro disavventure?
Le vignette sono un buon mix tra le mie disavventure e quelle dei miei amici, o anche di chi non conosco ma mi capita a tiro.
E' utile parlare di ciò che si conosce, perché lo si può fare al meglio. Ma quando il pubblico diventa così vasto, allora la comunicazione deve stare al passo.
E allora qui entrano in gioco anche luoghi comuni e meno personali.
A quale altro progetto editoriale stai lavorando?
Per ora nessuno.
Simple&Madama sta andando così bene che preferisco concentrarmi su questo.
Ammetto che inizia a starmi un po' stretto e non mi dispiacerebbe provare anche a fare altro. Però meglio fare una cosa per volta, ma fatta bene.
Quindi per ora aspetto.
Un giorno potremmo vedere una serie animata di Simple&Madama?
Non è la prima volta che mi viene chiesto e ammetto che mi piacerebbe tantissimo.
Ma per ora ho altre priorità.

Lorenza Di Sepio inizia a lavorare nell'animazione, collaborando a diversi cartoon, spot e serie animate per la tv.

Dopo ulteriori esperienze anche in ambito di colorazione, storyboard, grafica e illustrazione, avvia il progetto "Simple&Madama", che l'ha portata a farsi conoscere anche come autrice.
Nel 2014 esordisce nel mondo del fumetto iniziando a pubblicare i suoi volumi grazie a Magic Press Edizioni.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici