LE EROINE DEI VIDEOGAME
TORNANO PROTAGONISTE



La Festa delle Donne si festeggia anche su console con dei grandi ritorni che fissano nel tempo l'intramontabile successo di eroine virtuali fonte d'ispirazione per intere generazioni, dalla cacciatrice di taglie Samus Aran in Metroid alla strega Cereza di Bayonetta.


Samus Aran, da oltre 30 anni, è una cacciatrice di taglie intergalattica che ha l'incarico di proteggere lo spazio dalle minacce aliene sul pianeta Tallon IV. La sua è un importantissimo pezzo di storia videoludica. Da qualche giorno, proprio a ridosso dell'8 marzo, la versione rimasterizzata di uno dei capitoli più amati della saga di Metroid è disponibile per Nintendo Switch: con l'uscita di Metroid Prime Remastered, torna in 3D una delle icone femminili dei videogiochi più longeve e amate di sempre. E non è la sola! Successivamente infatti, dalla prossima settimana, sarà la volta di Bayonetta Origins: Cereza and the lost Demon. Dopo il grande successo di Bayonetta 3, terzo capitolo di una saga che grazie al carisma della sua protagonista ha appassionato milioni di giocatori nel mondo, è in arrivo uno speciale episodio dedicato alla scoperta delle origini della strega di Umbra.

"Da grandi poteri derivano grandi responsabilità" e non sono solo i supereroi a ricordarlo. Nel mondo dei videogiochi sono sempre più notevoli le influenze e i successi di protagoniste femminili che con le loro caratteristiche uniche si sono affermate nel tempo come veri e propri modelli. A dimostrarlo la spasmodica attesa per l'arrivo, previsto il prossimo 12 maggio, del videogioco dell'anno: The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom. La nota saga di Zelda, negli anni, ha visto una grandissima evoluzione della protagonista che ha assunto una posizione sempre più attiva e combattiva, abbandonando il suo iniziale ruolo di principessa da salvare. A dimostrazione dell'enorme hype, il sequel del pluripremiato The Legend of Zelda: Breath of the Wild è già preordinabile sul My Nintendo Store.