«Isola gentile» di Sergio Toppi:
un'affascinante storia di rinascita interiore


La quindicesima uscita della collana di Edizioni NPE
dedicata al maestro milanese.




Un uomo dall'identità ignota sembra essere condannato a una vuota esistenza. Per quanto si sforzi di modificare il proprio destino, nessuna avventura, imprevisto o emozione accarezza la sua vita. Finché una notte un improvviso richiamo, come un battito di tamburi, lo spinge a mettersi in viaggio verso una meta sconosciuta. Guidato dalle voci del mare e del vento, l'uomo approda su un'isola sperduta dell'Oceano Pacifico. Ad accoglierlo, uno spirito tribale che gli offre uno strano dono. Cominciano così una serie di incontri e scontri che condurranno a un finale inatteso. 


Pubblicata originariamente su un volume antologico di Corto Maltese nel 1987, «Isola gentile» è una meravigliosa storia d'avventura ad opera di uno dei più grandi autori di fumetto mai esistiti: Sergio Toppi. Come il misterioso battito di tamburi desta il protagonista senza nome, guidandolo verso una destinazione ignota, allo stesso modo il maestro trascina il lettore tra le pagine della sua storia, in una sorta di percorso di rinascita interiore.

Si tratta della quindicesima uscita della collana "Sergio Toppi" pubblicata da Edizioni NPE. In libreria dal 17 febbraio.