I Dreamers di Lucca ChaNGes, la grande opera collettiva, la mostra



I DREAMERS DI LUCCA CHANGES

Il narratore, gli autori dei primi 10 poster + 1, più di 500 autori tra professionisti e appassionati, la mostra, la grande opera collettiva, we are Lucca.



Per Lucca ChanGes, l'edizione 2020 di Lucca Comics & Games – rinnovata nelle modalità di fruizione per garantire la massima partecipazione anche da casa e nel modo più sicuro possibile – era chiaro da subito che un unico poster non sarebbe stato sufficiente, ne sarebbero serviti molti di più per riuscire a trasmettere la moltitudine variegata che il festival lucchese rappresenta da oltre cinquant'anni. Un evento nato dal basso, cresciuto grazie al contributo di ogni fan, editore, professionista, associazione, negoziante e appassionato. È con questa consapevolezza che in primavera è nata l'idea di non realizzare un poster tradizionale, ma di crearne uno che fosse d'ispirazione per la realizzazione di tantissimi altri poster, dando vita ad un movimento, un vero e proprio manifesto, di idee e di intenti, che portasse alla nascita di una grande opera collettiva, partecipata, alla creazione di un sogno condiviso.

"Vogliamo che Lucca si trasformi e che diventi un sogno condiviso, non più di molti, ma di tutti. E per tutti. Un sogno che ognuno di noi sarà chiamato non solo a vivere ma a creare. Quest'anno, Lucca continua a sognare. Fatelo assieme a noi. DREAM ON". (Roberto Recchioni)


Per questo è stato coinvolto Roberto Recchioni, autore eclettico che spazia dal fumetto ai romanzi, dal cinema ai videogiochi, che si è calato nel ruolo di narratore, il primo a supportare e interpretare la trasformazione che Lucca Comics & Games avrebbe dovuto affrontare.


Una traccia, un foglio da riempire, quello usato dai fumettisti per comporre le proprie tavole, e un community event che si fa promotore di una proposta indirizzata a tutti i sognatori che vogliono continuare a immaginare un mondo migliore. Un'esortazione a essere parte del nuovo progetto visivo di Lucca ChanGes 2020 che, in pochissime settimane, ha portato più di 500 creativi a partecipare al "manifesto": artisti riconosciuti, professionisti ma anche esordienti.

dieci+1 sono gli autori italiani che hanno ricevuto il primo invito: Gigi Cavenago, Fumettibrutti, Fraffrog, Sio, Rachele Aragno, Vincenzo Filosa, Teresa Radice e Stefano Turconi, Agnese Innocente, Samuel Spano, Rita Petruccioli e il "+1" è Leo Ortolani, in omaggio alla sua saga "299+1".

Loro sono i nostri DREAMERS, artisti in grado di rappresentare la Lucca di tutte le voci e che ognuno vorrebbe, ma anche quella che ha dovuto necessariamente trasformarsi ed evolvere in qualcosa di diverso, guardando non solo ai limiti ma anche alle opportunità. Quella che sogna sempre più in grande, e che fa della propria comunità il centro di tutto. Artisti visivamente e umanamente diversi, molteplici espressioni di stile che sanno emozionare, divertire, far riflettere.

Giorno dopo giorno dal 10 al 27 settembre numerosi altri autori si sono affiancati ai dreamers, a partire da LRNZ, Maicol&Mirco, Daniele Caluri e Emiliano Pagani, Ausonia, Simple&Madama, Gianluca Maconi, Giulio Rincione, Federico Mele, Jacopo Starace, Emanuele Caponera, Boban Pesov, Walter Petrone, gli artisti dell'Area Performance come Fabio Porfidia, Emanuele Manfredi e Fabrizio Spadini e tanti altri ancora che si possono trovare sul nostro Poster Wall sul sito www.luccachanges.com/it/poster-wall

Spiega Roberto Recchioni: "Oggi, con l'occasione e la sfida che il mondo ci ha lanciato, noi vogliamo che Lucca cresca e che si apra ancora di più a tutti i tipi possibili di esperienze artistiche e umane, che si faccia capace di intercettare i nuovi stimoli e le diverse sensibilità che ogni giorno vengono alla luce in questo meraviglioso e pazzo mondo in cui viviamo. Un sogno che ognuno di noi sarà chiamato non solo a vivere ma a creare."

"La cultura anticipa il cambiamento e la nostra manifestazione ha sempre saputo cambiare al passo coi tempi, con l'ambizione di saperli anticipare. - sostiene Emanuele Vietina direttore del festival - La condivisione di sogni, passioni e idee è un arricchimento per tutti che cresce quanto più vasta è la partecipazione. Segni, parole e idee a disposizione di tutti: per pensare, scrivere, parlare. Ecco perché abbiamo voluto dare uno strumento alla portata di tutti, un foglio vuoto, affinché ognuno potesse inventare la propria storia da solo, per dirla un po' alla Rodari. Una rappresentazione della cultura non più per pochi artisti o intellettuali ma per tutti, in un'espressione creativa da molti a molti. La stagione che stiamo vivendo, e la sfida che abbiamo lanciato a Roberto Recchioni e ai suoi dreamers è rivoluzionaria: fatta di distanze, limitazioni ma anche di grande voglia di partecipazione, rinnovamento e azione condivisa."

E il sogno continua anche in città: le opere dei primi 10+1 "sognatori ufficiali" insieme al poster "guida" saranno al centro della mostra Dream On che da sabato 24 ottobre a domenica 1° novembre sarà ospitata nelle splendide sale di Palazzo Ducale*. Un'esposizione dedicata ai creativi che per primi hanno interpretato l'idea di una nuova Lucca Comics & Games e al narratore Roberto Recchioni. Un racconto fatto di immagini e idee che ha attraversato tutta l'Italia (e non solo). Una storia in continua evoluzione e crescita: i visitatori diventeranno parte integrante della mostra, e – insieme ai grandi artisti esposti – ne saranno co-protagonisti. All'interno delle riproduzioni della "cornice ufficiale" potranno disegnare (o raccontare) la loro personale visione/sogno, lasciando il loro messaggio per la Lucca di domani: tutte le opere saranno esposte in una vera e propria "foresta dei sogni" che sarà parte del percorso espositivo e potrà essere fotografata e condivisa, coinvolgendo chiunque segua, anche da lontano, il Festival.


*Mostra di palazzo Ducale dal 24 al 29 ottobre, orario 15-19, costo €2,00+€1,00 di prevendita.

30, 31 ottobre e 1° novembre, orario 10-13 e 15-19 acquistabile solo in combinazione con Villa Bottini (Rodari Palace), Real Collegio (Cosplay Palace) e Pop-Up Store, costo € 4,00+€1,00 prevendita.

La biglietteria aprirà il 12 ottobre 2020 alle 15.00





Restate sintonizzati su www.luccachanges.com, iscrivetevi alla newsletter e seguiteci su:

FB e IG @luccacomicsandgames TW @LuccaCandG YT Lucca Comics & Games

Twitch LuccaComicsAndGames Spotify Lucca Comics & Games



In #Community #Inclusion #Respect #Discovery #Gratitude & #SAFETY we trust.



Lucca Comics & Games è il community event più importante d'Europa dedicato al fumetto, al gioco, al videogioco, all'animazione, alle serie TV e all'immaginario fantasy. Nel 2020 questo festival diventa Lucca Changes, una manifestazione rinnovata nelle modalità di fruizione per consentire a tutti gli appassionati della cultura pop contemporanea di poter vivere il proprio festival nel modo più sicuro possibile e nella maniera preferita. Le attività in programma, infatti, potranno essere godute comodamente da casa online e grazie a RAI oppure in presenza nei 115 negozi specializzati, fumetterie e librerie indipendenti sparsi in tutta Italia che noi chiamiamo Campfire (i luoghi dove durante tutto l'anno coltiviamo le nostre passioni); o a Lucca, il più grande dei camp, seppur molto ridimensionato rispetto al ricordo della città durante le edizioni passate. Il sito www.luccachanges.com aggregherà tutta l'offerta digitale trasmessa attraverso le più note piattaforme di streaming e il palinsesto dei contenuti festivalieri proposti da RAI. I 115 campfire, invece, offriranno attività realizzate in collaborazione con lo staff lucchese, mentre una decina di palazzi storici della città di Lucca costituirà lo scenario per eventi a numero chiuso con accesso contingentato tramite l'acquisto di biglietti singoli (un biglietto per ogni evento). Tutti gli eventi che si svolgeranno a Lucca saranno fruibili anche in streaming.

APPENDICE

Roberto Recchioni, romano, classe 1974. È romanziere e sceneggiatore e soggettista per il cinema e il fumetto, illustratore, critico cinematografico e videoludico e web influencer. La sua principale occupazione è l'arte sequenziale ed è stato definito "la rockstar del fumetto italiano". Direttore editoriale e principale sceneggiatore della Bonelli per la famiglia di collane dedicata a Dylan Dog e scrittore di personaggi iconici come Tex, Diabolik e Topolino. Ha creato le testate a fumetti di John Doe e Detective Dante per l'Aurea Editoriale (assieme a Lorenzo Bartoli). Ha dato alla luce Battaglia (Mondadori, BD, Cosmo), David Murphy: 911 (Panini) e la serie di Orfani (Bonelli). Mater Morbi, la sua graphic novel più nota, ha vinto i maggiori premi italiani di critica ed è stata pubblicata in tutto il mondo. Chambara - la via del samurai, Asso, Ammazzatine, Le Guerre di Pietro, Ucciderò ANCORA Billy the Kid sono altri romanzi a fumetti pubblicati in Europa. Dalla graphic novel Monolith è stato tratto un film. Come illustratore e curatore ha realizzato, per le Edizioni Star Comics, le collane Roberto Recchioni presenta: I Maestri dell'Orrore, dell'Avventura e del Mistero. Si è occupato dell'ideazione, della sceneggiatura e della realizzazione dei fumetti legati ai film Lo chiamavano Jeeg Robot e Smetto Quando Voglio: Masterclass. Ha anche realizzato il primo fumetto legato al ciclo delle Cronache del Mondo Emerso di Licia Troisi. Ha pubblicato i romanzi YA - La battaglia di Campocarne, Ya - l'Ammazzadraghi con Mondadori e Ringo: chiamata alle armi per Multiplayer Edizioni. Ha realizzato delle copertine italiane dei romanzi di Lee Child per Longanesi. Per Feltrinelli ha realizzato le graphic novel La Fine della Ragione e Roma Sarà Distrutta In Un Giorno. Sta realizzando una nuova serie a fumetti per la rivista internazionale Heavy Metal. Scrive come critico cinematografico per la rivista Best Movie e per il portale Screenweek, realizza social poster cinematografici per Koch Media, Warner, Sony.

Leo Ortolani, nato a Pisa nel 1967, è uno dei più importanti e apprezzati fumettisti italiani. Ha esordito nel 1989 con la storia di Rat-Man, che diventa il suo personaggio più celebre con oltre 100 numeri, numerose ristampe, alcune parodie e anche una serie animata per RAI. Tra gli altri lavori spiccano la serie Venerdì 12, il libro Due figlie e altri animali feroci e la graphic novel Cinzia (BAO Publishing), con protagonista l'omonimo personaggio di Rat-Man.

Nato a Milano nel 1982, Gigi Cavenago è un fumettista e un illustratore. Esordisce nel 2005 pubblicando con Edizioni Star Comics la breve storia "Predatore Naturale" e collabora poi alla seconda serie di Jonathan Steele. Dal 2014 collabora con Sergio Bonelli Editore per la serie Dylan Dog, diventando copertinista a partire dal numero 363 del novembre 2016.

Fumettibrutti (aka Josephine Yole Signorelli) è nata a Catania nel 1991. Vince nel 2019 il Premio Gran Guinigi di Lucca Comics & Games, con la sua graphic novel d'esordio Romanzo esplicito. Laureata all'Accademia di Belle Arti di Bologna, la sua ultima uscita è P. La mia adolescenza trans (Feltrinelli Comics) in cui racconta come mai prima gli anni del liceo e della sua transizione.

Nata nella provincia di Arezzo nel 1993, Francesca Presentini in arte Fraffrog, è una videomaker e illustratrice italiana. È del 2014 il suo primo lavoro cartaceo, Il fantastico pianeta che sta nel sistema solare ma nessuno lo sa perché nessuno l'ha mai visto; nel 2016, insieme a RichardHTT, pubblica il fumetto Il Ducomentario (entrambi Shockdom). Ha un canale YouTube con più di 900.000 iscritti. Esce con Mondadori il 7 luglio 2020 il suo ultimo libro Ma io che ne so?

Sio (Simone Albrigi) è ideatore e autore della rivista Scottecs Megazine (Shockdom) e di varie raccolte, sceneggiatore per Topolino e con Feltrinelli Comics ha pubblicato Le entusiasmanti avventure di Max Middlestone e del suo cane alto trecento metri e Il pesce di lana e altre storie abbastanza belle (alcune anche molto belle, non tante, solo alcune) di Maryjane J. Jayne (entrambi scritti con Tito Faraci) e Storiemigranti (con Nicola Bernardi). Ha realizzato diversi videoclip e ha lavorato nel doppiaggio della miniserie Over the Garden Wall. Ha un canale YouTube con oltre due milioni di iscritti.

Classe 1982, Rachele Aragno si è diplomata alla Scuola Internazionale di Comics di Roma e la sua gavetta è durata diversi anni. Nel 2017 collabora con il progetto di beneficenza Costellarium del Rêverie Studio e pubblica Melvina, storia breve inclusa nell'antologia Ave di Attaccapanni Press. Con BAO Publishing lavora proprio sul personaggio di Melvina realizzando l'omonimo graphic novel. Nel 2018 la sua fan art del fumetto Rumble (Image Comics) è stata inclusa nel Volume four: soul without pity.

Vincenzo Filosa (Crotone, 1980) è fumettista, traduttore dal giapponese e redattore, oltre che instancabile divulgatore della nona arte giapponese. Ha studiato Lingue e Civiltà Orientali all'Università La Sapienza. Nel 2015 esce il suo Viaggio a Tokyo, presentato al Far East Film Festival di Udine con una mostra personale. Oltre alle sue collaborazioni con Ernest, Delebile, Kus!, Domus, è tra gli autori de La rabbia (Einaudi, 2016). Nel 2017 esce per Canicola Figlio unico, "prequel narrativo" di Viaggio a Tokyo. Vive a Milano. I suoi libri più recenti sono Cosma e Mito (Coconino Press) e Italo (Rizzoli Lizard).

Teresa Radice e Stefano Turconi nascono entrambi nella Grande Pianura, a metà degli anni '70 e s'incontrano nel 2004, grazie a Topolino. Lei, per vivere, scrive storie; lui le disegna. Si piacciono subito, si sposano l'anno seguente. Le prime avventure a quattro mani sono per le pagine del settimanale Disney "Topolino", per il quale negli anni scriveranno decine di storie. Nel 2013 esce Viola Giramondo (Tipitondi Tunué), nel 2015 Il Porto Proibito, pubblicato per BAO Publishing. Per lo stesso editore, pubblicano Non stancarti di andare nel 2017, due volumi della serie per i più piccoli Orlando Curioso tra il 2017 e il 2018, Tosca dei Boschi nel 2018. E ancora Le ragazze del Pillar (2019) e la loro ultima opera è La terra, il cielo, i corvi (2020).

Agnese Innocente (classe 1994), esordisce sulla graphic novel Dieter è morto, con cui è stata candidata al Premio Boscarato 2018 come Autore Rivelazione. Tra le sue opere, il riadattamento de Il Meraviglioso Mago di Oz (2019, Il Battello a Vapore), e - pubblicato da Il Castoro - Cino e tempesta (scritto da Antonio Ferrara) e Girotondo (scritto da Sergio Rossi). Collabora con molte realtà negli USA, tra cui Disney USA, Papercutz e Space Between Entertainment.

Samuel Spano (classe 1983) ha lavorato come storyboard artist, colorkey artist, character design in Rainbow CGI. Ha collaborato con l'agenzia editoriale Tomatofarm, realizzando alcune cover di libri Mondadori e collaborando ad alcuni fumetti come colorista per la casa editrice francese Glénat, con De Agostini e con Disney America. Collabora con Disney Pixar come cleanup artist su fumetti e libri illustrati per ragazzi e come autore completo ha pubblicato il webcomic Nine Stones, raccolto in cartaceo da Editoriale Cosmo. Per lo stesso editore anche Agatha e il Birch (scritto da Davide La Rosa). Nel 2019 esce con Shockdom Second skin (scritto da Claudio Cicciarelli).

Rita Petruccioli (classe 1982) è un'illustratrice e autrice di fumetti. Ha studiato all'Accademia di Belle Arti in Rome e all'ENSAD di Parigi. Le sue opere sono pubblicate in libri, riviste, pubblicità. Collabora con numerosi editori tra i quali Mondadori, BAO Publishing, Penguin, Hachette, Sergio Bonelli Editore, Ladybird, Timbuktu Lab, Zanichelli, Auzou, Il Castoro, Editori Laterza e La Nuova Frontiera Junior. Ha illustrato il graphic novel Frantumi (Bao Publishing), la serie per bambini Matita HB (Il Castoro) e collaborato a Storie della buonanotte per bambine ribelli. Il suo primo libro come autrice completa è Ti chiamo domani (BAO Publishing).

a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici