IN ITALIA SONO TUTTI MASCHI

La persecuzione degli omosessuali durante il fascismo

SARA COLAONE - LUCA DE SANTIS
IN ITALIA SONO TUTTI MASCHI

Pagine: 176 - 19 euro - Confezione: brossura - Dimensione: 17 x 24 cm - Bicromia
Uscita: marzo 2019 - Collana: FEININGER
 
Nel 1938 l'Italia fascista promulgava le sue leggi razziali. A differenza di quelle tedesche, non menzionavano particolari provvedimenti contro gli omosessuali. In Italia, infatti, erano tutti maschi, attivi, virili e poco inclini a tali debolezze. Queste furono le parole con cui Mussolini liquidò ufficialmente la questione. Sappiamo invece che fu attuata una fitta repressione e che dal 1938 al 1942 circa 300 omosessuali italiani vennero mandati al confino. Pochi ex-confinati omosessuali accettarono in seguito di parlare della repressione subita e i pochi che lo fecero preferirono nascondere la propria identità e il proprio volto. La narrazione prende l'avvio da questi fatti e si ispira alla figura di uno dei testimoni di questa vicenda.
Una nuova edizione con contenuti extra per un capolavoro che ha ricevuto il Premio Attilio Micheluzzi 2009 come Miglior fumetto ed è stato tradotto in oltre 10 paesi.


SARA COLAONE Autrice di fumetti e illustratrice, fra i suoi graphic novel ricordiamo Leda, che solo amore e luce ha per confine, Gran Guinigi come Miglior disegnatrice a Lucca Comics & Games 2017, Ciao ciao Bambina. e Ariston, sempre scritto da Luca de Santis (Oblomov 2018). Ha illustrato per "Internazionale", "24 Magazine", "Le Monde diplomatique", "Rivista il Mulino". Collabora con le maggiori case editrici italiane del settore educativo e insegna Disegno all'Accademia di Belle Arti di Bologna.
LUCA DE SANTIS Sceneggiatore e saggista di studi di genere, vincitore del Premio Troisi, ha lavorato
come autore in teatro e in TV. Con Sara Colaone ha pubblicato la graphic novel Ariston e nel frattempo ha scritto saggi sulla rappresentazione LGBT nella storia dei videogiochi.  

a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici