Charlotte Salomon, la recensione

Titolo: Charlotte Salomon. I colori dell'anima
Autori: Ilaria Ferramosca e Gian Marco De Francisco
Caratteristiche: 128 pp. col., brossura
ISBN: 9788833140445

Questa è una incredibile storia. La storia incredibile di una donna, tormentata dai suoi fantasmi e dagli orrori del suo tempo, che nonostante tutto lotta per se stessa e per lasciare traccia della sua straordinaria storia.

Charlotte Salomon non è una donna comune. E' una creativa, una ribella sin da bambina, ma segnata da un destino che sembrava non volerle lasciare speranza.

Un destino che ha accomunato le donne della sua famiglia, ossia sua mamma, sua zia e sua nonna. Un destino contro il quale Charlotte decide di affrontare, prendendosi due anni della sua vita per dare vita all'opera "Vita? O Teatro?" nella quale racconta le vicende della sua famiglia e della sua esistenza fino a quel momento, con uno straordinario linguaggio moderno e innovativo. Un linguaggio che oggi possiamo definire multimediale, in quanto in quest'opera vi ritroviamo pittura, testi, versi di canzoni e musiche. 

Un destino che purtroppo si è mescolato a uno degli orrori più grandi del novecento europeo, con i terribili anni della II Guerra Mondiale e del Nazismo, che ha visto vedere uccise milioni di persone.

Persone che, come la nostra Charlotte, hanno avuto la "colpa" di essere ebree, e dunque private di tutto, dei diritti, del lavoro, dei loro affetti e dei loro oggetti, deportate e molte uccise.

La nostra povera Charlotte sembrava dunque aver un destino segnato, ma tutto non è stato vano. La sua opera vive ancora ed ispira tantissime persone. Il suo ricordo, la sua arte e il suo combattere quel male che alla fine aveva allontanato dalla sua vita, non possono che essere un esempio da raccontare.

Come dunque omaggiare al meglio l'opera e la memoria di questa artista?

Una impresa altrettanto straordinaria è stata affrontata da Ilaria Ferramosca e Gian Marco De Francisco con il fumetto "Charlotte Salomon - I Colori dell'Anima", edito per BeccoGiallo Editore.

Il volume, sin dalla sua concezione, è ispirato all'opera proprio all'opera "Vita? O Teatro?", quindi le tavole all'interno non si presentano con le classiche "gabbie" dei fumetti, ma lasciano "vivere" e spaziare i personaggi, le parole e le note. Inoltre, predominanti sono i colori rosso, blu e giallo, proprio come la stessa Charlotte Salomon ha usato per la sua opera. Colori che accentuano laddove sia necessario, il dolore della vita, mentre in alcuni casi attenuano le situazioni più leggere e felici della protagonista.

Un lavoro difficile e ambizioso, con un risultato finale brillante e straordinario. La sceneggiatura, a cura di Ilarria Ferramosca, è stata essenziale per racchiudere al meglio la vita della pittrice, per fornire al lettore una chiave di lettura coinvolgente ed emozionante. Naturalmente, anche i disegni di Gian Marco De Francisco sottolineano le emozioni e la bellezza dell'opera della stessa Charlotte Salomon, in una struttura armonica e ariosa, con dei disegni che sembrano emergere dalle pagine per coinvolgere ancora di più il lettore nella storia.

Una bellissima e tragica storia quella di Charlotte Salomon che ha avuto la sfortuna di vivere in uno dei periodi più bui dell'umanità e che soltanto il ricordo può far si che la storia, questa triste storia, non si ripeta più in futuro.

Una bellissima storia da leggere e raccontare, per far conoscere non solo l'arte di Charlotte Salomon, ma anche per ricordare a tutta l'umanità che certi errori ed orrori, non devono assolutamente ripetersi.


Ilaria Ferramosca
Sceneggiatrice e scrittrice. Ha realizzato le sceneggiature di “Charlotte Salomon” (in uscita a gennaio 2019), “Ragazzi di scorta” e “Lea Garofalo una madre contro la ‘ndrangheta” per BeccoGiallo, “Sulla collina” per Tunué, “Nostra madre Renata Fonte” per 001 Edizioni, “Un caso di stalking” e “Calleo e i gatti di Venezia” per Edizioni Voilier.

Co-autrice per Treccani del fumetto didattico “Non ci voleva… un genio”, inserto della Grammatica, ha inoltre realizzato la sceneggiatura del corto animato “Moustache e i libri magici”, per la Biblioteca dei Musei Napoleonici sull’isola d’Elba.

In narrativa ha pubblicato racconti e antologie, per le quali ha ricevuto alcuni premi ed è tra i segnalati del Premio Nazionale Italo Calvino (XXV edizione).

Nel 2014 è tra i dieci finalisti del “Premio Tedeschi” per “Il Giallo Mondadori”.

Insegna sceneggiatura presso le sedi di Lecce e Taranto della scuola di fumetto Grafite.

Gian Marco De Francisco
Architetto e fumettista tarantino, è autore di Ragazzi di scorta (BeccoGiallo, 2016), storia a fumetti sulla scorta di Giovanni Falcone. È stato allievo di uno dei maestri della scuola sudamericana del fumetto, Carlos Meglia.

Ha al suo attivo i graphic novel: Nostra madre Renata Fonte (001 Edizioni, 2012), Un caso di Stalking (Edizioni Voilier, 2010), Da grande, opera di denuncia sociale sul precariato nel mezzogiorno (Edizioni Lilliput, 2006). Nel 2012 è stato l’ideatore e a oggi il coordinatore generale di Grafite, un’innovativa scuola di grafica digitale e fumetto sui territori di Taranto, Bari e Lecce nata dalla partnership tra lo studio il tratto.com e la Lupiae Comix, creando di fatto in Puglia il primo polo di formazione regionale sull’arte del fumetto.


SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici