Cinzia, la recensione

Se un personaggio che doveva far soltanto una comparsata in uno dei fumetti italiani più divertenti e irriverenti come Rat-Man, allora dobbiamo pensare che il destino talvolta non è sempre pilotato dalla nostra volontà.

O almeno in questo caso.

Cinzia, come forse ormai saprete, è uno dei personaggi della serie a fumetti Rat-Man che ha preso sempre più spazio all'interno dei cuori dei lettori (e anche nel cuore del suo autore, ossia Leo Ortolani) tanto da guadagnarsi una intera storia raccontata all'interno del volume "Cinzia", edito per Bao Publishing.

Cinzia è un personaggio di gran cuore (e non solo -forse- aggiungerebbe Leo Ortolani) che viene raccontato con freddure e senza badare a mezzi termini dal suo autore. Un personaggio che strappa risate e doppi sensi ma che cela anche la sua anima più sensibile dietro lo sguardo innamorato (e mai corrisposto) di Deboroh La Roccia, alias Rat-Man.

Ma in Cinzia, non è traccia di Rat-Man. Cinzia ha una sua scena, una sua storia che va raccontata, attraverso gli occhi di chi sogna l'amore. L'amore della vita. E Cinzia stessa racconta del suo amore.

Un amore come tanti altri: un amore che si scopre nelle sue mille sfaccettature che ha un esito... beh, non vi raccontiamo il finale della storia.

Il bello è questo: l'amore è amore, non vi sono differenze sostanziali. Si ama o non si ama: questa è l'unica differenza che possiamo cogliere.

Leo Ortolani ha raccontato di Cinzia anche all'interno della fiera Più Libri Più Liberi che si è svolta a Roma dal 5 al 9 dicembre scorso, assieme alla scrittrice Lucia Troisi, la quale non solo ha visto nascere l'idea di questo fumetto, ma ne cura anche la prefazione.

Un racconto amorevole, ma anche divertente, di come l'amore vede mettere in discussione ognuno di noi, talvolta rilevandone una forza incredibile, talvolta rivelandone invece paure e insicurezze.

Il vero amore però, forse quello più importante, è quello verso se stessi: un amore che Cinzia impara da questa storia, accettando la situazione, avendo il coraggio di essere semplicemente se stessa, così com'è.

Una storia da leggere e rileggere, sia per cogliere le innumerevoli gag disseminate da Leo Ortolani, sia per scoprire quelle sfumature che spesso di sfuggono dell'amore.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici