COPPERHEAD: è uscito il secondo volume della serie amata da Robert Kirkman e Brian K. Vaughan


La seconda avventura space-western
di COPPERHEAD
È uscito per saldaPress il secondo volume della serie molto amata da
Robert Kirkman e Brian K. Vaughan


Lo space-western è un sottogenere della fantascienza e del fantasy, che si è imposto nel corso del tempo, sino a contaminare – o forse sarebbe meglio dire a sostenere – grandi capolavori del cinema contemporaneo. Ad esempio Star Wars e Mad Max.

In questo filone si inserisce una serie a fumetti sorprendente per qualità e solidità narrativa. S'intitola COPPERHEAD e questo è il modo in cui, a suo tempo, ne ha parlato Robert Kirkman:  "Se dovete acquistare un solo fumetto oggi, scegliete senza alcun dubbio Copperhed. Non scherzo. È una serie meravigliosa".

Venerdì 30 esce il secondo volume della serie, intitolato FUGA NEL DESERTO (pagg. 124, euro 14.90).  Torniamo su Copperhead, un pianeta polveroso e pieno di insidie: in altre parole, un classico paesaggio western perso da qualche parte nelle profondità dell'Universo. Così, anche un banale inseguimento, un arresto, oppure un normale venerdì sera che il vice-sceriffo Boo e lo sceriffo Clara Bronson decidono di passare svagandosi un po', possono trasformarsi in un grosso guaio. Possono, ad esempio, trasformarsi nel teatro di un agguato, compiuto da una banda di fuorilegge. E un venerdì qualunque diventa una caccia disperata nel cuore del deserto. Una irresistibile caccia senza esclusione di colpi, che mette in pericolo la vita di chiunque vi sia coinvolto.

Jay Faerber e Scott Dodlewski colpiscono ancora al cuore il lettore, con una storia in cui adrenalina, passione e straordinari personaggi creano un mix irresistibile, che ha al proprio centro Clara Bronson: la sceriffo più tosta in circolazione.

Il secondo volume di COPPERHEAD è disponibile in libreria, in fumetteria e nello shop online del sito saldapress.com.



a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici