EVA KANT COMPIE 55 ANNI e nell'inedito in edicola a marzo torna il suo primo amore...

EVA KANT COMPIE 55 ANNI
(MAGNIFICAMENTE PORTATI)

E NELL’INEDITO IN EDICOLA A MARZO
TORNA IL SUO PRIMO AMORE…


Esattamente 55 anni fa, il primo marzo 1963, Eva Kant, l’affascinante compagna di Diabolik nel crimine e nella vita, faceva la sua comparsa a fianco del Re del Terrore nel terzo albo della serie intitolato “L’arresto di Diabolik”. Per festeggiare questi 55 anni di carriera Astorina pubblica un albo inedito davvero speciale che sarà in edicola a partire proprio dal 1° marzo: “Il primo amore”. Troveremo Eva alle prese con il ritorno di Manuel, suo primo amore già apparso nella storia “L’ombra della luna” (Grande Diabolik 2010). Un tuffo nel passato di Eva scritto a quattro mani da Mario Gomboli e Tito Faraci e illustrato da ben due artisti d’eccezione come Giuseppe Di Bernardo e Giuseppe Palumbo.

Diabolik non è stato il primo amore di Eva. Da adolescente, quando era rinchiusa nel terribile collegio di Morben, aveva conosciuto Manuel, un giovane recluso nella sezione maschile di quel lager. Insieme avevano passato ore a parlare, divisi da un muro in cui un mattone mancante lasciava loro modo di guardarsi, di sfiorarsi. Insieme avevano progettato la fuga da quel luogo orribile. Ma, arrivato il momento fatidico, Manuel non esitò a sacrificarla per riuscire a evadere, da solo. Quel ragazzo non è stato il solo uomo che l’ha delusa. Degli altri si è già vendicata in passato, adesso pare giunto il turno di Manuel.

La storia scritta da Mario Gomboli e Tito Faraci è stata affidata ai disegni di Giuseppe Di Bernardo con la partecipazione straordinaria di Giuseppe Palumbo a cui è stata affidata la parte ambientata nel passato.

 

 


Diabolik anno LVII, n. 3
IL PRIMO AMORE
Dal 1° marzo in edicola
L’aveva affascinata, quando entrambi erano reclusi nel collegio di Morben. E l’aveva tradita, quando avevano tentato di fuggire di là. Finalmente oggi, dopo tanti anni, Manuel è a Clerville... e per Eva è il momento della vendetta.

Soggetto: Mario Gomboli e Tito Faraci
Sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Giuseppe Di Bernardo
Disegni del flashback: Giuseppe Palumbo
Copertina: Giuseppe Palumbo





EVA KANT
Bionda, bellissima, occhi verdi, la compagna del Re del Terrore appare per la prima volta nell’episodio L’ARRESTO DI DIABOLIK, del marzo del ’63.
Lady Kant è vedova di Lord Anthony Kant, ambasciatore del Sudafrica morto in circostanze misteriose e sospette. È stato infatti sbranato da una pantera, ufficialmente nel corso di una battuta di caccia. Ma si dice che, in realtà, a spingerlo nelle fauci della belva sia stata la moglie. E lei, al suo primo incontro con Diabolik, dichiara, quasi vantandosene, di essere una donna pericolosa, con trascorsi di avventuriera e spia industriale. Dimostra immediatamente una freddezza e una determinazione pari a quella di Diabolik, salvandolo in extremis dalla ghigliottina. Nel tempo ammorbidirà la propria immagine con una sensualità raffinata e misteriosa, antitetica a ogni volgarità, costruendo un rapporto di coppia solidissimo e basato sulla condivisione dello stesso stile di vita.
Per qualche anno Eva accetta un ruolo di spalla, subordinata alle decisioni di Diabolik. Ma poi comincerà un percorso di crescita che la porterà a essere sempre più autonoma, indipendente, libera. E lui le lascia sempre più spazio. Capisce quanto abbia bisogno di lei, e quanto rispetto le debba. Oggi Eva Kant riesce a brillare di luce propria, anche a fianco di Diabolik. 

Sempre più spesso è stata il personaggio principale di significativi episodi della serie regolare ed è diventata testimonial di manuali di divulgazione (Senza paura, ed. BD), campagne pubblicitarie (Renault Twingo), videoclip musicali (Tiromancino) e molte altre iniziative.


IsaComics

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici