Star Wars, Gli Ultimi Jedi. La recensione

DATA USCITA: 13 dicembre 2017
GENERE: Fantascienza, Avventura, Azione
ANNO: 2017
REGIA: Rian Johnson
ATTORI: Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong'o, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Gwendoline Christie, Kelly Marie Tran, Laura Dern, Benicio Del Toro, Peter Mayhew, Billie Lourd, Jimmy Vee, Tim Rose, Mark Lewis Jones
PAESE: USA
DURATA: 152 Min
FORMATO: 2D e 3D
DISTRIBUZIONE: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia


Esce oggi nelle sale italiane il nuovo capitolo della saga di Star Wars, ovvero Gli Ultimi Jedi.

Un capitolo molto atteso poichè la storia della ripresa del nuovo corso di Star Wars è stato "interrotto" dagli spin-off, che si alternano dunque al seguito di una delle saghe cinematografiche più amate e osannate.

Senza entrare troppo nel dettaglio della storia, per evitare effetti spoiler, sarà meglio raccontare l'evoluzione della saga in un'ottica differente.

Come noi evolviamo, dalla condizione di bambini/adolescenti, fino a giungere all'età adulta, così anche Star Wars evolve, ma in maniera che forse non potrebbe del tutto piacere a chi la saga l'ha vissuta da bambino.

Nell'età ormai adulta, forse lo spettatore medio si aspetta qualcosa di più, qualcosa che possa impressionarlo proprio come lo è stato nei suoi ricordi d'infanzia.

Le aspettative sono sempre altissime, e dunque queste talvolta possono deludere. D'altra parte, sicuramente si riscontreranno pareri piuttosto discordanti sulla riuscita di questo capitolo: chi lo vedrà come una svolta e chi invece lo vedrà come una sconfitta.

Il punto da cogliere invece è la magia che ancora è intrisa nella saga, che si sbilancia piuttosto dichiaratamente verso qualcosa di nuovo, abbandonando man mano il passato. Una saga protesa verso il futuro dove appunto i "vecchi" (intesi come ricordi ma anche come personaggi) tendono man mano a svanire, lasciando spazio ai nuovi eroi ed alle nuove avventure. Una saga che cerca di concludere un ciclo, quel ciclo iniziato da George Lucas, per cercare nel futuro un'altra identità, naturalmente non stravolgendo gli equilibri di quell'universo, ma donando una nuova forza e speranza nelle nuove generazioni che magari si affacciano per la prima volta nel mondo di Star Wars.

E allora, forse non è un caso se, verso il finale di questo capitolo, vi capiterà di vedere di nuovo i bambini che sono il futuro della nuova ribellione, i quali dovranno affrontare quel lato oscuro della forza che non è ancora stato del tutto distrutto.

Il bene ed il male sono intrisi nell'essere umano, in continua lotta tra quello che di giusto si dovrebbe fare e quello che invece l'egoismo, la paura o anche forse solo la debolezza, lo conduce a fare.

Una lotta interiore che naturalmente è presente anche nei personaggi della saga, in special modo in Kylo Ren (ovvero Ben Solo), il quale ha ancora conflitti con se stesso per quello che ha fatto a suo padre.

Anche Rey scoprirà (ma siamo proprio sicuri alla fine? A me sorge un dubbio che sia stato soltanto un motivo per indurla al lato oscuro) chi sono i suoi genitori e qual è la sua origine, ma nonostante ciò scorre nelle sue vene la forza di una jedi (ma questo lo avevate già intuito, non accusatemi di spoiler).

Anche Luke Skywalker avrà un ruolo rilevante in questa saga, anch'egli combattuto da atroci ricordi del passato, che hanno avuto diverse conseguenze sulla vita di alcuni personaggi. Ad ogni azione corrisponde una reazione e le conseguenze di quelle azioni hanno un risvolto inaspettato, che sarà svelato nel corso della pellicola.

La vera comandante però resta Leia, la quale dovrà prendere delle decisioni piuttosto scottanti per condurre in salvo i ribelli e coloro che sono rimasti a combattere contro l'impero. Naturalmente, vedere Carrie Fisher nella pellicola procura un tuffo al cuore, ma le vicende della storia vi faranno dimenticare per un paio d'ore il suo triste destino.

Molte sono le donne protagoniste e che hanno un ruolo di comando e decisionale nella saga di Star Wars e proprio in questo capitolo ne abbiamo una riprova nettamente superiore. Eroine che salvano i loro compagni ribelli o che sono decisionali proprio nella vittoria del bene contro il male.

Non mancano infine momenti in cui battute fulminanti e animaletti dallo sguardo buffo e tenero faranno non solo ridere gli adulti, ma anche e soprattutto intenerire i più piccoli.

Un film godibile, adatto a tutti, nella speranza che anche gli adulti possano coglierne la "magia" con gli stessi occhi di quando sono stati bambini, una magia che continua ancora ad incantare moltissime persone e non solo i bambini.


SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici