Una Vita Cinese - Vol.2 - Il tempo del partito. La recensione

Li Kunwu, P. Ôtié
Una vita cinese.
Vol. 2 - Il tempo del Partito
add editore
200 pagine - 19,50 euro
Collana ASIA
Traduzione di Giovanni Zucca


Continua la "saga" intimistica ma al tempo stesso pubblica dell'artista Li Kunwu con Una Vita Cinese - Vol.2 - Il tempo del partito, la sua storia autobiografica raccontata attraverso il linguaggio del fumetto e co-sceneggiata assieme a P. Ôtié.

La Cina è in lutto nel 1976 a causa della morte del leader Mao Zedong. La popolazione è in delirio e disorientata, come se avesse perso la propria guida ed identità, come se avesse perso anche la speranza di quella rivoluzione culturale tanto agognata.

Anche la notizia dell'arresto della banda dei 4, ovvero di Zhang Chunqiao, Wang Hongwen, Yao Wenyuan e Jiang Qing, la moglie di Mao, responsabile delle investigazioni durante la Rivoluzione culturale, getta quel seme che darà vita a un nuovo corso della Cina e della sua popolazione.

Per Xiao Li è il momento di entrare nel Partito e offrire tutto se stesso alla causa: non vi è dunque più spazio e ne tempo per se stesso, per la famiglia, per i suoi interessi personali. La Cina e la rivoluzione deve essere il solo scopo da perseguire nella sua esistenza. Ma non è il solo della famiglia a compiere sacrifici: il padre si trova in un campo di rieducazione per i quadri del Partito, mentre il resto della la madre lavora in fabbrica ed infine la sorella si trova in campagna per difendere la rivoluzione.

Un viaggio che ci porta alle soglie dei nostri giorni, immergendoci in quel processo "rivoluzionario" che è la vita stessa dell'autore e dei suoi familiari, intrecciandosi con la storia e l'evoluzione di una Cina che ora sembra quasi irriconoscibile sotto alcuni aspetti.

Un viaggio emozionante, una storia commovente, la storia di una famiglia che ha partecipato attivamente a quel tracciato storico che ha cambiato il volto della Cina, forse inconsapevolmente, forse con quella speranza di un futuro migliore, ma senz'altro con tanti sacrifici (che si sono alternati a momenti di gioia, proprio come accade in tutte le famiglie).

Questo secondo volume ci accompagna alla soglia dei nostri giorni, mentre il terzo volume vedrà la luce entro la fine del 2017 per l'epilogo finale.

Il linguaggio del fumetto, funzionale come non mai in questa intensa storia, illustra in maniera molto semplice la complessa realtà della Cina e dei suoi abitanti e di come una cultura (forse) così lontana dalla nostra, una realtà sicuramente più intensa nell'ambito politico, abbia definito le basi di quella Cina super moderna e competitiva che molti ora conoscono.

Una Vita Cinese - Vol.2 - Il tempo del partito ha vinto il Premio d'eccellenza del Japan Media Art Festival 2014 (Giappone); Dragone d'oro del Gran premio del fumetto cinese 2013 (Cina); doppia nomina agli Eisner Awards 2013 (USA); Premio Château de Cheverny del fumetto storico – Rendez-vous de l'Histoire de Blois 2010 (Francia); Premio del pubblico – Banda della storia di Blois 2010 (Francia); Premio del Pubblico – Ouest France du salon Quai des Bulles 2010 (Francia); nomina – Angoulême (Francia)


Li Kunwu (李昆武) è un artista cinese (漫画家, un manhuajia). Nato nel 1955 nella provincia dello Yunnan, è uno dei pochi artisti della sua generazione a essersi potuto dedicare esclusivamente al fumetto. Specializzato in cartoon di propaganda, oggi lavora allo studio delle minoranze etniche e culturali nella propria provincia, una delle più diversificate del paese.

P. Ôtié ha vissuto in Asia per più di dieci anni, lavorando in ambito economico e bancario. La passione per il fumetto e la conoscenza del mandarino l'hanno portato a lavorare alla sua prima opera, co-firmata da Li Kunwu.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici