Mercurio Loi - la recensione


Soggetto: Alessandro Bilotta
Sceneggiatura: Alessandro Bilotta
Disegni: Matteo Mosca
Copertina: Manuele Fior
Colori: Stefano Simeone
Formato: 22 x 31 cm, colore
Pagine: 128
ISBN 978-88-6961-176-6
Prezzo: 25 euro

Roma, la città eterna, spesso viene scelta come luogo ideale per ambientare storie, molto spesso raccontando avvenimenti realmente accaduti che hanno lasciato traccia nella memoria dei romani, quelle stesse storie che talvolta si sono tramandate come delle vere e proprie affascinanti leggende giungendo sino a noi.

Molte sono le storie della città di Roma che accompagnano il suo splendore ma anche il suo declino (in alcune epoche ancor più accentuato), ma comunque la meravigliosa città sa "catturare" lo sguardo di chi l'osserva, talvolta sfacciatamente, talvolta magicamente, talvolta con un semplice incanto, avvolta nei misteri.

Mercurio Loi è uno dei protagonisti che vive a Roma. Siamo nel 1825 e a governare c'è il Papa. I tempi sono tutt'altro che tranquilli, difatti c'è nell'aria quella sovversiva voglia di divenire una repubblica, lasciando così la città libera dalle grinfie del papato.

Mercurio Loi non è un personaggio qualsiasi della Roma papalina. E' un professore di storia (di giorno, quando tiene lezione ai suoi studenti) ma la notte ha ben altri affari da risolvere. Quelle notti pericolose tra sette e cospiratori, ognuno votato per la propria causa e la propria supremazia.

Ma il professor Loi non è da solo ad affrontare le sue avventure nella pericolosa Roma. Vi è anche l'amico e allievo Ottone, il quale cercherà di capire in quale mondo vuole introdurlo Mercurio, seppur sia curiosissimo ma ancora molto poco esperto in materia. Ed i nemici di Mercurio Loi si annidano nei sotterranei della città, ma potrebbero essere ovunque.

In questo speciale da fumetteria e libreria è una tragica storia a condurre Mercurio Loi sulle tracce del mistero. Vi è difatti il fantasma di Beatrice Cenci, giovane nobildonna romana che fu condannata a morte per aver ucciso il padre violento, spirito che sembra essere ancora presente all'interno di Castel Sant'Angelo.

Un personaggio affascinante quello che viene presentato nel bel volume cartonato, interamente a colori, a cura della Sergio Bonelli Editore. Soggetto e sceneggiatura sono a cura di Alessandro Bilotta, il quale aveva già fatto nascere Mercurio Loi sulle pagine di un'altra serie bonelliana, ovvero Le Storie, e che prende vita con una serie totalmente propria, grazie alla scrittura che mescola suspence, mistero, intrighi, leggende e la città di Roma. Un mix che senz'altro gli appassionati apprezzeranno.

Una Roma che viene riprodotta nelle fattezze dalla matita di Matteo Mosca e che in questo volume, sicuramente da collezione, si pregia della copertina di Manuele Fior, con i colori di Stefano Simeone.

Le avventure mensili, nel classico formato bonelliano da edicola, iniziano il 23 maggio, con il numero 1 dal titolo Roma dei Pazzi, altra avvincente storia ambientata nella città più raccontata (forse) del mondo.

La bella novità è che anche la serie mensile sarà tutta completamente a colori.

Maggiori info sul numero 1 le potete trovare qui.

Qui invece puoi ascoltare l'intervista ad Alessandro Bilotta a Non Solo Anime, mentre qui sotto trovi il podcast dell'intera puntata.
 

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici