Nice-rockopera

Nice: un'opera-rock, sul conflitto tra razionalità e fantasia, raccontato in italiano, tramite una partita a scacchi, che diventa fiaba, messa in scena in forma di video-libro illustrato, arricchita da citazioni ed enigmi, è una nuova sfida proposta al mondo dell'editoria musicale e letteraria.

I brani pubblicati sono disponibili on-line, su youtube e presso il sito www.niceworld.it.

È possibile creare un'opera-rock in italiano, che sia anche una fiaba ed una reale partita a scacchi e metterla in scena sottoforma di libro illustrato? Questa è la sfida raccolta dalla band Nice, che, ricordando Lewis Caroll (e poi gli Yes ed i Queen1), tenta di creare tre opere in una sola, creando di fatto, non solo un disco, quanto un mondo. Tutto ha inizio da una partita di scacchi, trasposizione di uno scontro tra razionalità e fantasia, raccontata tramite una fiaba.

Nice è un ragazzo che ha perduto la propria compagna (Fantasia). La notte del solstizio d'inverno prega perché essa ritorni (1. Fantasia). Questa semplice ed ingenua invocazione scatena una serie di eventi che portano il ragazzo a scoprire un nuovo mondo, in cui razionalità e fantasia sono due fazioni perennemente in lotta fra loro, proprio come gli scacchi bianchi e neri2.

Nice include nove brani più una breve introduzione, che saranno pubblicati a puntate nell'arco dell'anno corrente, su www.niceworld.it. Provenendo dal genere concept-album, la novità di Nice risiede nel modo di raccontare a cui ogni altro elemento è piegato. Lo stile, principalmente rock, si deve soprattutto alla scelta della formazione semplice: batteria, basso, pianoforte, chitarre, voci.

Tutti gli strumenti sono reali. Gli arrangiamenti richiamano il rock degli anni settanta, pur con armonie molto più orchestrali, al servizio della storia raccontata. I continui discorsi diretti (dallo stile teatrale), danno vita a tutti personaggi e permettono loro di interagire.

La scelta dell'italiano come lingua, se da un lato serve a rendere più immediata la comprensione dei testi, dall'altro li arricchisce di una grandissima varietà lessicale, raccogliendo la sfida del luogo comune: "l'italiano non si presta bene al rock".

Le illustrazioni e le animazioni che formano il libro illlustrato hanno il compito, sostituendo la scena, di trasmettere la storia. Nice, dunque, non è solo un concept-album, ma, piuttosto, un viaggio attraverso un mondo interattivo, in cui si può essere semplici spettatori oppure, a scelta, partecipi della vicenda a fianco del protagonista.

Se già è piacevole sedersi ed ascoltare Nice nella sua forma più semplice di fiaba fantasy, per chi desidera vivere in pieno quest'opera interattiva, si può e si deve andare oltre. Costruita u una partita a scacchi realmente giocabile.

L'opera va considerata nell'insieme, ma, allo stesso tempo, ogni brano tratta un tema diverso proponendo una sorta di morale per ognuno3.

Facendo attenzione, è possibile cogliere le diverse citazioni musicali e letterarie disseminate nei testi, divertirsi a risolvere gli enigmi, indovinare date, nomi, indizi, riferimenti incrociati ed anticipazioni, per scoprire, infine, come il cerchio si chiuda, in una sorta di grande gioco.

I primi cinque capitoli di Nice sono disponibili per ascolto e visione presso il sito www.niceworld.it; oppure direttamente su Youtube, all'indirizzo:
playlist:

https://www.youtube.com/watch?v=aSMJUb0DYzg&list=PLXxeTwyPbynwtFrmQDDzUBH7hRNtONGMg

• Nice, Libro primo, Fantasia;
• Nice, Libro secondo, Una luce nel buio (la Donna Bianca);
• Nice, Libro terzo, Oltre il limite, oltre ancora (una lunga cerca);
• Nice, Libro quarto, Così è sato, così sarà;

~Biografia~

Nice è un progetto concepito e prodotto da Carlo Alberto Colombini (testi, musiche, arrangiamenti, voci, cori, storyboarding e regia generale), al primo, completo, lavoro discografico. Cantante specializzato in Rock e Hard-Rock '70-'80, con all'attivo oltre dieci anni di live assieme alla band Jackie Rose (cover hard-rock,dal 2005), diplomato in canto (2007), laureato in Contemporary Popular Music presso Middlesex University di Londra (sede Music Academy 2000, Bologna) (2009) dove si appassiona ai corsi di teoria e armonia di Giuseppe De Fazio. Allievo di Massimiliano Gagliardo (canto), Enrico Prandi (armonia e arrangiamento) ed Elena Cattini (composizione classica); frequentante (da 2013) il corso di composizione presso il conservatorio O. Vecchi/A.Tonelli. Insegnante di canto, musica d'insieme e chitarra per bambini (2009 a oggi), collabora da compositore con il coro di voci virili Val Lubie, scrivendo il brano "La leggenda delle rose" (2013), come cantante e arrangiatore di tastiere ed archi con l'associazione di promozione sociale Carpi Band Aid per il brano "Un altro Natale" (2011), collabora come compositore per il Festival della Filosofia, scrivendo il brano "La piccola fiaba del fuoco", eseguito dai ragazzi del conservatorio Tonelli di Carpi, nell'edizione 2014.

Registrato presso: Peak Studio, via Cartesio, Bagno di Rubiera (Reggio Emilia), Nice si avvale del lavoro, dell'impegno e della passione di:
Marco Campagna: batterie e percussioni;
Lorenzo Giliberti: chitarre elettriche e acustiche;
Fabio Lanzi: basso elettrico e fretless;

inoltre:

Marco "Simon" Maccari: studio di registrazione;

e ancora:

Umberto Sacchelli: illustrazioni;

Massimo Montepagani: animazioni;

Federico Remondi: sito web;

Nice in breve: 
facebook: @niceworldrockopera
twitter: NiceWorldOpera


Note
1 L. Carroll, Through The looking Glass And What Alice Found There, Macmillan, 1871, UK; J. Anderson – C. Squire, I've Seen All Good People, Yes and Eddy Offord, 1971, London, UK; Queen, Queen II, EMI Records, 1974, London, UK;

2 Per la trama completa: vedi "appendice,per approfondire,la trama";

3 esempi: brano 3: il superamento dei propri limiti; brano 4: il libero arbitrio e la natura delle cose; brano 5: le conquiste della ragione umana; brano 6: la forza dell'istinto; brano 8: la potenza dell'amore....


a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici