Charles D'Ambrosio, il maestro Usa del racconto, mercoledì 29 al Salone Off 365

Charles D'Ambrosio, maestro Usa del racconto, mercoledì 29 marzo alle 18.30 alla Scuola Holden
Con Nicola Lagioia e Martino Gozzi per il Salone Off 365
  
Continua a scaldare il clima culturale cittadino, lungo il percorso di avvicinamento al 30° Salone Internazionale del Libro, il programma della #PrimaveraTorinese che alle 18,30 del prossimo mercoledì 29 marzo propone alla Scuola Holden (piazza Borgo Dora, 49) l'incontro con Charles D'Ambrosio.
Il cartellone del Salone Off 365, firmato da Nicola Lagioia, porta così a Torino il talentuoso narratore statunitense originario di Seattle, insegnante di scrittura creativa all'Università dell'Iowa nonché penna del prestigioso New Yorker, che nell'occasione dialogherà con Martino Gozzi, direttore didattico della Scuola Holden, scrittore e traduttore, e sarà introdotto dal direttore del Salone, Nicola Lagioia.
D'Ambrosio arriva sull'onda del successo della sua ultima creazione, un libro che esce dal solco stilistico in cui il suo pubblico l'ha fin qui incontrato e apprezzato, caratterizzata dall'esplorazione della dimensione del racconto: Perdersi, uscito a fine 2016 per minimum fax - editore anche degli altri suoi libri - è invece una raccolta di saggi letterari, un genere in crescita di consensi fra i lettori, che ha ottenuto ottime recensioni. Come quella del New Yorker, che ne ha scritto: «D'Ambrosio fa venire voglia di fermare la gente per strada e dire: "leggi questi saggi, ti commuoveranno"».
È la nuova tappa di un cammino letterario avviato nel 1995, quando esordì a trentasette anni con Il suo vero nome (titolo originale The Point) che minimum fax pubblicò nel 2008, in realtà due anni dopo aver dato alle stampe il suo volume successivo e più noto, la raccolta di racconti Il museo dei pesci morti, uscito in Italia nel 2006. Da allora è seguito un silenzio lungo un decennio, interrotto lo scorso anno, fra l'entusiasmo di pubblico e critica, dall'uscita negli Stati Uniti di Loitering - qui tradotto in Perdersi - che l'ha portato ad essere incluso tra i libri dell'anno del New York Times e al vertice di molte altre classifiche. Fra gli altri riconoscimenti conseguiti in carriera, ha vinto il Whiting Award e per tre volte è stato incluso nella prestigiosa antologia annuale Best American Short Stories.
In occasione dell'appuntamento, la libreria Thérèse di Torino allestirà un bookshop con i libri dell'autore.
È possibile prenotarsi per assistere all'incontro a ingresso gratuito con Charles D'Ambrosio telefonando allo 011 5184268 - int. 901 oppure inviando una email all'indirizzo off365@salonelibro.it.

a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici