Dead Blood, Volume 1 e 2 - Recensione

Dead Blood è la mini serie a fumetti edita da una giovane casa editrice, la Noise Press, che si è affacciata sul mercato italiano offrendo fumetti incentrati sull'horror e sullo Steampunk, ma che col passare del tempo ha ampliato la sua rosa di generi anche ad autori emergenti -ma tuttavia talentuosi- che avessero da offrire un progetto editoriale interessante e valido.

Dead Blood è il primo progetto dal quale prende via tutta la Noise Press ed i primi due volumi vede alternarsi le storie a fumetti, in bianco e nero.

Le tematiche di questa serie di quattro volumi complessivi è principalmente l'horror, andando quindi a "scomodare" le creature protagoniste di numerosi romanzi, fumetti e film, tra le quali spuntano gli zombie e vampiri.

Dead Blood 1
FORMATO E RILEGATURA
B/N 17X26 - Spillato
PAGINE
48
GENERE
Horror
ISBN
978-88-99501-00-6
Dead Blood Vol. 1 di Massimiliano Grotti, Massimiliano Veltri, Gianluca Manzo, David Ferracci, Gabriele Derosas, Francesco Polizzo, Luigi Criscuolo e Luca Frigerio è incentrato sugli zombie, partendo con una storia ambientata in Italia, dove un'epidemia ha distrutto la nostra civiltà. Fa sempre un certo effetto vedere le storie ambientate in luoghi così vicini, poichè la fantasia galoppante dei disegni potrebbero indurti seriamente a credere che gli zombie siano tra noi. Anche se qualche specie di zombie lo è già: guardatevi bene intorno.

Ad ogni modo, nell'albo ci sono tre storie che proseguono anche nel secondo volume di Dead Blood, ove si cerca invece di esplorare il mondo dei vampiri, un'altra categoria di creature malvagie ma certamente molto più affascinanti degli zombie.

Dead Blood 2
FORMATO E RILEGATURA
B/N 17X26 - Spillato
PAGINE
48
GENERE
Horror
ISBN
978-88-99501-03-7
Dead Blood Vol. 2 è realizzato da Massimiliano Grotti, Luca Frigerio, Massimiliano Veltri, Gianluca Manzo, Gabriele Derosas, David Ferracci, Greta Gallone, Veronica Frizzo e Leonardo Colapietro, proseguendo alcune delle storie ospitate su Dead Blood Vol. 1, ma anche offrendo storie auto conclusive.

Le storie sono ambientate tra passato e presente, andandosi ad insinuare sia nella realtà contemporanea, sia andando a scavare nel passato, fornendo così una visione alternativa di famosi accadimenti che hanno coinvolto personaggi storici, come Alessandro Magno.

Noterete quindi, tra una storia e l'altra, diversi tratti e una impronta legata alla sceneggiatura che offre così al lettore una esperienza variegata.

Per gli amanti del genere horror, ma anche per coloro che intendono scoprire fumetti ed autori nuovi, alla ricerca di nuove storie da leggere e (ri)scoprire.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici