Modena Nerd: Cosplay

COSPLAY
A Modena Nerd le luci saranno puntate anche sui Cosplayer, fenomeno nato negli Stati Uniti ed esploso in Giappone, che ha contagiato tantissimi altri paesi tra i quali anche l'Italia. A loro sarà riservato un contest organizzato da Kamehouse – una delle realtà italiane più importanti del settore.
Ma chi sono e cosa fanno i Cosplayer? Anzitutto il termine 'Cosplay' è una 'parola macedonia' formata dalla fusione della parole inglesi "costume" (costume) e "play" (gioco o interpretazione) che indica la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito e interpretandone il modo di agire.
Il fenomeno precursore del cosplay nasce in America nel 1939 con il futuristicostume indossato da Forest J. Ackerman e ispirato al film "La vita futura" di William Cameron Menzies. Solo nel 1984 il reporter giapponese Takahashi Nobuyuki coniò la parola cosplay, per descrivere ciò che aveva visto durante il suo viaggio in America presso le convention statunitensi. La nuova tendenza assunse una certa rilevanza a partire dal 1995 quando la stampa giapponese dedicò per la prima volta un articolo a questo fenomeno raccontando di un gruppo di ragazzi che nella città di Tokyo indossava i costumi ispirati a personaggi della serie Neon Genesis Evangelion. Da allora il cosplay si è sempre più diffuso anche nel resto del mondo.
Il cosplay si è legato indissolubilmente alla cultura nipponica, al punto di essere creduto originario del Sol Levante. Difatti il personaggio rappresentato da un cosplayer appartiene spesso al mondo dei manga e degli anime, molto diffusi nel paese asiatico, ma non è raro che il campo di scelta si estenda ai tokusatsu (effetti speciali di film di fantascienza, fantasy o horror), ai videogiochi, alle band musicali, particolarmente di artisti J-Pop, J-Rock, K-Pop o K-Rock (musica pop e rock giapponese o coreana), ai giochi di ruolo, ai film e telefilm e ai libri di qualunque genere e persino alla pubblicità.
Il cosplay viene praticato in maniera sensibilmente differente nei vari stati in cui si è diffuso, ma il terreno principalmente calcato dai cosplayer è quello delle convention a loro dedicate. Una parte significativa della sottocultura cosplay sono le brevi scenette (o esibizioni) in cui i cosplayer recitano la parte del personaggio di cui indossano il costume, re-interpretando fedelmente determinati passaggi del film, fumetto o serie TV da cui il personaggio è stato tratto, o al contrario fornendone un'interpretazione personale in chiave parodica quando non demenziale.

Modena Nerd in breve

Quando: sabato 17 e domenica 18 settembre, dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Dove: ModenaFiere, Quartiere fieristico di Modena, viale Virgilio 70/90 a due minuti dall'uscita del casello Modena Nord dell'A1

Ingresso: è possibile acquistare il biglietto on line, collegandosi al sito www.modenanerd.it. In questo caso il costo per la singola giornata è di 8 euro.

Sempre on line è possibile fare l'abbonamento per entrambe le giornate al costo di 14 euro. Nei giorni della manifestazione, acquistando i biglietti direttamente alla cassa il costo del biglietto intero è di 10 euro, ridotto 8 euro. L'abbonamento per le due giornate è proposto a 15 euro. Una volta pagato il biglietto d'ingresso, solo alcuni tornei di videogiochi comportano un costo supplementare. Per conoscere quali rientrano in questa tipologia, si suggerisce di verificare il programma sul sito Internet e sulla pagina Facebook della manifestazione.

Per approfondimenti e aggiornamenti:

www.modenanerd.it

https://www.facebook.com/Modena-Nerd-894291547344283/

a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici