Arriva in fumetteria, con un'esclusiva variant cover, il primo albo di NATHAN NEVER. ANNOZERO che sarà poi in edicola in versione regular





Per la prima volta nella storia della
Sergio Bonelli Editore

ARRIVA IN ANTEPRIMA IN FUMETTERIA
NATHAN NEVER. ANNOZERO CON VARIANT COVER: UN INEDITO SGUARDO AL PASSATO DELL'AGENTE SPECIALE ALFA

Per i 25 anni di Nathan Never, il 18 maggio 2016 sbarca in fumetteria, con un'esclusiva variant cover, il primo albo di NATHAN NEVER. ANNOZERO che sarà poi in tutte le edicole in versione regular solo a partire dal 27 maggio 2016

Un debutto fuori dagli schemi per la nuova miniserie Bonelli in sei albi




Prima di ricevere un'importante promozione, il sergente della polizia metropolitana Nathan Never si trova tra le mani un ultimo macabro caso. Al centro dell'indagine un traffico illegale di organi umani che potrebbe coinvolgere il professor Hicks, primario del Cook Hospital. Una pista macchiata di sangue su cui si staglia anche l'ombra di una nuova Agenzia Privata…
È questa la trama di Giorni Oscuri, il primo albo di Nathan Never. Annozero, prima di tre miniserie di sei numeri che "ri-narrano" il passato dell'Agente SpecialeAlfa, un passato dove Nathan Never viveva ancora serenamente assieme alla moglie Laura e alla figlia Ann.

Ideate in occasione dei 25 anni del personaggio, ognuna delle tre miniserie sarà affidata a uno dei tre padri di Nathan Never, gli immancabili Medda, Serra e Vigna. Il primo a partire è Vigna, affiancato da un Roberto De Angelis scatenato, anche autore delle copertine.

Ma la grande novità è che la miniserie Nathan Never. Annozero sbarca in anteprima assoluta in fumetteria con un'esclusiva variant cover mercoledì 18 maggio, per arrivare in edicola solo successivamente, venerdì 27 maggio.

Una vera rivoluzione che si colloca nell'ambito di una serie di iniziative che la Casa editrice di via Buonarroti sta mettendo a punto negli ultimi mesi per creare una collaborazione sempre più profonda e personalizzata con le fumetterie italiane e con tutti i lettori.


Le celebrazioni di #NathanNever25


È il giugno del 1991.
I Queen hanno da poco dato alla luce Innuendo, il loro ultimo album con Freddie Mercury, Il Silenzio degli Innocenti con Anthony Hopkins ha terrorizzato il pubblico del cinema e, soprattutto, Tim Berners-Lee, ricercatore del Cern, sta per annunciare al mondo la soluzione al problema di come condividere i documenti tra studiosi grazie a un software basato sul concetto di ipertesto che lui stesso battezza come World Wide Web: il sito che mette in rete è il primo della storia e inaugura ufficialmente l'era di internet. È in questo 1991 rivoluzionario che, 25 anni, fa arrivava in edicola il primo numero di Nathan Never, la prima serie di fantascienza di Sergio Bonelli Editore ideata da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna e subito amatissima dai lettori, primi tra tutti quelli che sono rimasti conquistati dal Blade Runner di Ridley Scott. Come spiegano gli autori, del resto, Nathan Never racconta un viaggio nel tempo dove, partendo dai ricordi, si va incontro al sogno.

In occasione delle celebrazioni, tutti i lettori di Nathan Never sono invitati a raccontare sui social la loro passione attraverso l'hasthag #NathanNever25, postando la propria cover preferita, raccontando quale dei 300 episodi della serie dell'Agente Speciale Alfa è quello che maggiormente ha colpito la loro immaginazione e quale tra i nemici di Nathan sono quelli che più li hanno segnati tra Aristotele Skotos, suo figlio Kal, Raven, la Fratellanza Ombra, i tecnodroidi, Athos Than…


I creatori di Nathan Never

Michele Medda
Nato a Cagliari il 7 dicembre 1962, Michele Medda si laurea in Lettere con una tesi sul giallo italiano. La passione per le nuvole parlanti lo conduce a partecipare, insieme con i corregionali Antonio Serra e Bepi Vigna, al gruppo "Bande Dessinée". I tre sono avviati al professionismo da un incontro con Alfredo Castelli, che li invita a collaborare per Martin Mystère. Dal loro sodalizio nasceranno Nathan Never e Legs Weaver. In solitario, Michele Medda firma testi per Tex, Nick Raider e Dylan Dog. Al di fuori della produzione bonelliana, realizza, insieme a Stefano Casini, "Digitus Dei" (Magic Press), oltre a collaborare con Marvel/Panini per "X-Campus" e con Disney Italia per "Kylion". Nel 2009 fa il suo esordio in edicola la miniserie Caravan, pubblicata da Sergio Bonelli Editore, di cui è creatore e sceneggiatore. Attualmente è al lavoro sulla miniserie Lukas, di cui è coautore con Michele Benevento, in edicola da marzo 2014.

Antonio Serra
Antonio Serra nasce ad Alghero il 16 febbraio 1963 e muove i suoi primi passi nel mondo dell'editoria e della fiction di carta alla fine degli anni Settanta, quando cura la rivista amatoriale di fantascienza "Fate largo". Nel 1982, presso il Centro Culturale cagliaritano "Il Circolo", conosce Michele Medda e Bepi Vigna, che formeranno con lui quella che, nel mondo della letteratura disegnata, è nota ai più come "la Banda dei Sardi". Accomunati dalla passione per il fumetto, i tre fanno parte del gruppo "Bande Dessinèe"(insieme ad altri futuri autori, quali Vanna Vinci e Otto Gabos), per poi entrare da professionisti nel settore vedendosi sceneggiare da Alfredo Castelli alcuni soggetti scritti per Martin Mystère. Sempre lavorando insieme, Medda, Serra e Vigna realizzano altre sceneggiature per il detective archeologo e per Dylan Dog. Infine, dopo avere elaborato insieme il progetto di Nathan Never e Legs Weaver, si dedicano separatamente alla sceneggiatura delle singole storie. Serra è anche curatore redazionale delle due testate, cui si è aggiunta la serie dedicata all'Agenzia Alfa. Nel 1999, l'Editore Sergio Bonelli approva a Serra l'idea per un "nuovo" personaggio. Gregory Hunter (un tempo Gregory Hammer, creato all'epoca della "Bande Dessinèe") che raggiunge le edicole nel 2001. Nel 2007 è alle redini anche del nuovo semestrale legato al mondo di Nathan Never: Universo Alfa. Dal 2005, insieme a Gianmauro Cozzi, lavora sul progetto che, nell'autunno del 2009, esordisce in edicola con il titolo Greystorm, miniserie in 12 albi. Nel 2012 esce "Sul pianeta perduto", ottavo numero della collana Romanzi a Fumetti, disegnato da Paolo Bacilieri.

Bepi Vigna
Vigna nasce a Baunei (Nuoro) il 24 luglio 1957. Si laurea in Giurisprudenza e inizia a lavorare come procuratore legale. Affianca a questo impegno la collaborazione con il quotidiano L'Unione Sarda, oltre a occuparsi di fumetti. Percorso simile a quello di Serra e Medda (partecipazione al gruppo "Bande Dessinée", quindi le prime sceneggiature in squadra per Martin Mystère, Dylan Dog, Zona X, infine, la creazione delle saghe fantascientifiche di Nathan Never e Legs). Da solo, Vigna, scrive testi per Nick Raider e Zagor e dà vita ad Asteroide Argo, spin-off della serie Nathan Never. Ha inoltre pubblicato romanzi e racconti (L'Estate dei dischi Volanti, La Pietra Antica, Niccolai in Mondovisione), è autore di diversi saggi sul fumetto (tra cui Il Fumetto Franco Belga, edito da Comic Art), ha diretto cortometraggi e scritto testi teatrali; un suo pamphlet ironico, intitolato Sardi, quelli con la testa dura (ed. Sonda, Torino) in Sardegna è stato a lungo in testa alle classifiche dei libri più venduti. I tre componenti della "Banda dei Sardi" insieme a Michele Masiero, hanno firmato anche "Raccontare Martin Mystère" (Glamour).






NATHAN NEVER
Una serie di Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna

Pubblicata da
SERGIO BONELLI EDITORE

Curatore della testata
Glauco Guardigli


NATHAN NEVER ANNOZERO
miniserie
Uscita: 18/05/2016 in fumetteria e 27/05/2016 in edicola
Soggetto: Bepi Vigna
Sceneggiatura: Bepi Vigna
Disegni e copertina: Roberto De Angelis
Pagine: 96
Prezzo: 3,50 euro sia nella versione edicola che fumetteria


Online e sui social

#NathanNever25






a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici