Best Movie di aprile vi porta sul set di Captain America: Civil War


Best Movie di aprile vi porta sul set di Captain America: Civil War per raccontarvi come nasce un blockbuster della Marvel e per incontrare Chris "Cap" Evans in persona

Best Movie vi accompagna nel cuore di Berlino, dove la Marvel ha scelto di girare alcune adrenaliniche scene del suo prossimo blockbuster, Captain America: Civil War. Siamo stati sul set per vivere l'atmosfera che si respira tra un ciak e l'altro di uno dei cinecomic più attesi della stagione (nelle sale dal 4 maggio) e soprattutto per incontrare lui, Cap in persona, ovvero Chris Evans, e farci raccontare come è stato tornare a vestire il patriottico costume del supereroe più coraggioso della Casa delle idee.

Il viaggio prosegue poi in Italia, anzi, più precisamente nell'Emilia dei motori, alla scoperta di Veloce come il vento, sorprendente film sulle corse che, insieme a Lo chiamavano Jeeg Robot, potrebbe rilanciare il cinema di genere nel nostro Paese. Ce lo raccontano il regista, Matteo Rovere, e i due protagonisti: l'esordiente Matilda De Angelis (nuovo volto del cinema, ma già vista sul piccolo schermo nella fiction Rai Tutto può succedere) e uno straordinario, quanto irriconoscibile Stefano Accorsi.
Le nostre interviste sono invece dedicate a due Rosse da Impazzire: Isla Fisher e Jessica Chastain. La prima affiancherà il marito Sacha Baron Cohen nella spy-comedy Grimsby – Attendi a quei due, mentre la seconda si trasformerà in un'infallibile guerriera con arco e frecce in La storia prima di Biancaneve: il cacciatore e la regina di ghiaccio.

Nella sezione Screen troverete lo speciale sull'edizione Blu-ray di Star Wars: Il Risveglio della Forza e sulle altre novità homevideo di aprile, un approfondimento sulla realtà virtuale e la recensione della stagione 10 di X-Files. Nella rubrica A scena aperta Roberto Recchioni ci parla di Il ponte delle Spie di Spielberg, mentre in Me & Toons lo YouTuber Dario Moccia ci accompagna nella galassia animata di Star Wars, attraverso i principali titoli di animazione dedicati all'universo inventato da George Lucas.
Ad aprile tornerà protagonista anche la serie Tv Il trono di spade: abbiamo intervistato Arya Stark (Maisie Williams) e il crudele Ramsay (Iwan Rheon) per farci raccontare cosa ci attende nella sesta stagione, la prima in cui tutto può davvero succedere perché slegata dai romanzi di George R.R. Martin. E troverete pure un approfondimento sul cofanetto Blu-ray della quinta serie.

Zerocalcare invece prende di mira Ave, Cesare! "sparando a zero" con la sua recensione sull'ultimo film dei fratelli Coen.

Best Movie sarà inoltre protagonista al Comicon di Napoli in programma dal 22 al 25 aprile. All'interno della rivista una preview con tutti gli appuntamenti più importanti, le anteprime e le iniziative che coinvolgeranno il mensile tra incontri, panel e altre sorprese.

Non manca poi la guida ai film più attesi del mese: da Victor – La storia segreta del dott. Frankenstein al prequel con Chris Hemsworth e Jessica Chastain La storia prima di Biancaneve: il cacciatore e la regina di ghiaccio; dal nuovo Fast & Furious all'italiana di Mattero Rovere Veloce come il vento, all'esilarante spy story Grimsby – Attento a quell'altro; dal remake di un classico Disney come Il libro della giungla, al primo film interamente girato in prima persona, Hardcore!; dalla storia vera sugli scandali dell'NFL raccontata in Zona d'Ombra – Una scomoda verità, al misterioso 10 Cloverfield Lane; dal nuovo film di Jean-Marc Vallée Demolition, alla scena rap italiana fotografata in Zeta.

Infine, nella rubrica Dentro le nuvole dedicata al mondo dei comics, le interviste a Zerocalcare, per l'uscita del suo nuovo libro Kobane Calling, e a Paola Barbato: una delle sceneggiatrici più apprezzate di Dylan Dog ci racconta UT, la nuova serie Bonelli nata da un'idea di Corrado Roi.

Ecco un estratto dell'intervista a Chris Evans realizzata da Andrea D'Addio e pubblicata su Best Movie di aprile
Continui a emozionarti nel vestire i panni del supereroe?
«C'è una sorta di orgoglio nel far parte di un progetto su cui lavorano centinaia di persone e che verrà visto da migliaia di altre. L'impegno è lo stesso, se non di più. Però sul piano attoriale è una sfida diversa rispetto al passato. È la sesta volta ormai che sono Capitan America (contando il cammeo in Thor: The Dark World, ndr): non si tratta più di costruire il personaggio, ma di porlo davanti a nuove sfide cercando di interpretare al meglio le reazioni».
Stavolta però la storia è più corale, la scelta di Steve Rogers di capitanare il gruppo dei Vendicatori "ribelli" è in antitesi a quella di Iron Man, a favore invece di un controllo politico.
«È una contrapposizione interessante sia per il personaggio che per l'aspetto filosofico. Capitan America è conosciuto come una persona che sa sempre cosa sia giusto fare, ma in questo caso sia lui che Iron Man sembrano stare nel giusto e nel torto allo stesso tempo. La differenza sta nella definizione di "danni collaterali". Sono di più o di meno se si aspetta che il Governo intervenga e decida?».
Tu come ti schiereresti?
«Non so, forse mi asterrei. Da una parte si rischia di distruggere il concetto di democrazia, dall'altro di intervenire quando è ormai troppo tardi o si è condizionati da interessi esterni, economici e di opportunità».

Ecco un estratto dell'intervista a Jessica Chastain realizzata da Andrea Carugati e pubblicata su Best Movie di aprile
Credevi nelle favole da bambina?
«Sì. E forse ci credo ancora. Mi piacevano quelle classiche, ma la mia preferita l'avevo vista al cinema, Willow, dove c'era una ragazza, Sorsha, che era una combattente, una dura che mi piaceva molto e che mi ricorda per tantissime cose Sara (la guerriera che interpreta in Il Cacciatore e la Regina di ghiaccio, ndr). Devo ammettere che quando ho letto la sceneggiatura mi sono rivista da bambina al cinema e mi ha fatto sorridere l'idea di avere la possibilità di interpretare un personaggio così».
Passi dal noir alla commedia, dal thriller al fantasy, ti piace fare un po' di tutto mi pare.
«Sta tutto nella preparazione. Ogni film lo affronto in modo diverso, questo ad esempio ha richiesto un grande lavoro sul fisico. Mi sono dovuta allenare, imparare a maneggiare la spada e a combattere. Ho cominciato quasi due mesi prima delle riprese e questo mi ha dato il tempo di entrare nella psicologia del personaggio e di non sfigurare al fianco dell'uomo più gigantesco con cui mi sia mai trovata a condividere un set: Chris (Hemsworth, ndr)! Nonostante sia fondamentalmente pigra, ho dovuto rimboccarmi le maniche».
Nel film combatti; e nella vita hai dovuto combattere per arrivare dove sei ora?
«Lo faccio ancora. Meno, in modo diverso, ma lo faccio ancora. Per un sacco di tempo nessuno mi voleva e facevo fatica pure ad ottenere un provino. Non sapevano come inquadrarmi. Mi dicevano che ero figlia di un'altra era, e che non ero conforme ai canoni contemporanei. È stato un periodo molto duro, molto complesso, di grande sofferenza. Non mi sono arresa, ho combattuto, ed è stato uno spettacolo teatrale, la Salomè di Oscar Wilde diretta da Al Pacino, a cambiare la storia della mia vita e della mia carriera. Sono venuti tutti in teatro a vedere lui, ma io avevo una parte importante, quella di Salomè, e mi hanno notata. Da quel momento sono arrivati i provini e le prime parti importanti».

Ecco un estratto dell'intervista a Kevin Costner realizzata da Tiziano Marino e pubblicata su Best Movie di aprile
Come sei stato coinvolto nel progetto?
«Nella maniera più tradizionale possibile: i produttori avevano visto un mio film, Draft Day, e hanno pensato che sarei stato perfetto per Criminal, che è abbastanza originale in realtà perché niente avrebbe fatto pensare che sarei stato adatto a interpretare questo personaggio. In principio ho rifiutato, ma il regista ha insistito, dicendomi che ero io la persona giusta per quella parte e quindi ho cercato di comprendere come avrei potuto interpretare questo personaggio in un high- concept movie dove prendono il cervello di un agente della CIA defunto e lo trapiantano nella testa di un galeotto. Non siamo poi così lontani da quello che accade nella vita reale, lo fanno già sugli animali».
Hai fatto delle ricerche su esperimenti come questi?
 
«Non proprio, ma, come dicevo, so che già li fanno sugli animali, perché non gli riconoscono alcun valore. Fanno esperimenti di questo tipo sulla loro memoria e loro riescono a uscire da un labirinto al primo tentativo senza sapere il perché. Comunque questo è un film molto diverso dai tradizionali action, dove c'è il solito pazzo terrorista».
Come sei "arrivato" al personaggio?
«C'è un bivio in questo film, o ci si crede o non ci si crede. Guardando E.T. la gente crede che le bici volino... Quando si lavora con un'idea strana come questa bisogna cercare di trovare elementi che la possano rendere accettabile per lo spettatore. Ad esempio, l'ago che entra nella sua testa quando lo operano. Era fondamentale che quando Jericho si svegliava avesse una forte emicrania, non bisognava perdere il senso di quanto profondi fossero quei buchi. Per me era molto importante, ho chiesto che mi facessero il peggior taglio di capelli possibile...».


Best Movie di aprile 2016 è in edicola dal 30 marzo.
Il magazine e il sito di Best Movie (www.bestmovie.it) sono disponibili anche nelle edizioni multimediali e interattive su iOS, Android e Windows 8, grazie a due app dedicate, a cui si aggiunge Best Movie Plus, attraverso la quale è possibile scaricare e recuperare le edizioni speciali di Best Movie. Segnaliamo il nuovo aggiornamento per l'applicazione iBest Movie (progettata per smartphone, ma compatibile anche con tablet e disponibile gratuitamente per i device iOS e Android), rinnovata con un menu rivisto e razionalizzato, un design aggiornato, e una navigazione resa più stabile, semplice e veloce. L'app è ora pronta a farvi da prima finestra su tutto ciò che riguarda la Settima Arte. Uno sguardo completo, intuitivo e multimediale su tutto ciò che accade nel mondo del cinema, aggiornato in tempo reale con le news pubblicate sul sito. Senza dimenticare l'accesso alle trame e ai trailer dei film, e la funzione Cerca Cinema, che offre la possibilità di rintracciare le sale più vicine che proiettano il film che cercate.
Per scaricare le app Best Movie Magazine, iBest Movie e Best Movie Plus:










a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici