REGALA UN WORKSHOP DI FRUIT PER NATALE! ASPETTANDO IL FESTIVAL: EVENTO SPECIALE MARTEDI' 29 AL MUSEO INTERNAZIONALE E BIBLIOTECA DELLA MUSICA



IN ATTESA DELLA 4° EDIZIONE, FRUIT SCALDA I MOTORI E ORGANIZZA UN EVENTO SPECIALE AL MUSEO INTERNAZIONALE E BIBLIOTECA DELLA MUSICA:
MARTEDI' 29 DICEMBRE VJ LIVE PERFORMANCE DI SIMON MOSER
E STEFAN SAGMEISTER IN MOSTRA


Anche quest'anno Fruit Exhibition dedica un'ampia sezione alla formazione sul mondo del self-publishing e graphic design, offrendo un pacchetto di workshop unico nel suo genere. Nei giorni del festival, dal 29 al 31 gennaio 2016, sarà possibile partecipare, previa iscrizione, a una decina di laboratori che spaziano dal motion graphic al letterpress, passando per la calligrafia e l'utilizzo di nuove macchine a taglio laser per la costruzione di un libro, grazie al workshop dell'editore Corraini.


Si parte con un appuntamento sul game design per la creazione di un videogioco indipendente a cura di We Are Müesli, duo di designer con sede a Milano, che nel 2013 debutta nel mondo della progettazione di videogiochi con la pluripremiata visual novel "CAVE! CAVE! DEUS VIDET." (SXSW, IndieCade, Japan Media Arts). Il laboratorio si terrà il 23 e 24 gennaio presso Spazio & a Bologna, come anticipazione di Fruit ma anche come "palestra" per il Global Game Jam 2016 di fine mese.
Proseguendo sulla strada del design digitale, lo studio di visual design Apparati Effimeri, che da anni opera nel settore del video mapping pubblico, offrirà durante il weekend di Fruit, un workshop di motion graphic finalizzato al video mapping. Sarà l'occasione per tuffarsi nel mondo della nuova tecnologia applicabile all'illustrazione e al graphic design più tradizionale. Inoltre il materiale prodotto durante il laboratorio, verrà proiettato durante la prossima edizione di Fruit.
Rimanendo sul digitale, ma questa volta applicato al web, le note riviste online Digicult e Aspirina, propongono durante Fruit un laboratorio di due giorni (30 e 31 gennaio a Palazzo Re Enzo) finalizzato alla creazione di una webzine, mentre Picame e Mimaster "faranno a testate" domenica 31 gennaio (presso la sede di Bostick) con un workshop incentrato sull'illustrazione col web, sul web e per il web.
Grazie al corso del laboratorio per il design della visione Chialab, utilizzando fogli, post-it, forbici, matite, pennarelli e tutto quelli che ritenete utile (forse alla fine anche tablet o computer), progetterete assieme a degli ipotetici clienti, un app smartphone oppure un sito web o ancora un sistema di segnaletica. Le lezioni di DESIGN A KM ZERO (questo il nome del workshop) si svolgeranno presso la stessa sede di Chialab a Bologna, il 30 e 31 gennaio.
Domenica 31, sempre a Palazzo Re Enzo, sarà possibile partecipare a Brushpen Writing, il workshop di Luca Barcellona, calligrapher e graphic designer, sulla calligrafia con brush pen e tombow. Oltre a Barcellona, vera e propria "star" della calligrafia, anche il famoso editore e graphic designer Pietro Corraini, offrirà al pubblico di Fruit un workshop "spaziale" in cui, grazie all'utilizzo delle nuove macchine a taglio laser, i partecipanti potranno forare, tagliare e sagomare le pagine di un libro a proprio piacimento. Usando questa tecnologia verrà costruito un coloratissimo libro-atlante spaziale sull'universo e i panorami interstellari stampando solo in bianco e nero. L'appuntamento è per il 30 e 31 gennaio a Palazzo Re Enzo.
Anche quest'anno non mancherà il workshop di letterpress a cura di Officina Typo, storico laboratorio tipografico emiliano. Previsto per sabato 30, ma con replica il giorno successivo sempre a Palazzo, il workshop prevede una breve introduzione teorica alla stampa tipografica a caratteri mobili e a seguire la parte pratica.
La casa editrice Cesura Publish, nei giorni 30 e 31 a Palazzo Re Enzo, terrà un workshop di photo editing dalla composizione delle pagine alla distribuzione. Il workshop ha l'obiettivo di guidare i partecipanti nella finalizzazione di un progetto fotografico con lo scopo di dare una forma completa al proprio lavoro.
Con pochi e semplici gesti Strane Dizioni, altra importante casa editrice indipendente, immergerà sabato 30 gennaio (sempre a Palazzo Re Enzo) i partecipanti nella tecnica di stampa in serigrafia e in quella del papercutting.
Anche i bambini avranno modo di esprimersi grazie ai workshop FRUIT 4 KIDS organizzati da Cabin Boy Studio e LÖK ZINE. Due laboratori per bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni che si terranno Sabato 30 gennaio dalle ore 16 alle 19 a Palazzo Re Enzo. Il primo MASCHERE A MERENDA verte sull' illustrazione e sulle maschere teatrali, mentre UN VIAGGIO IN VALIGIA! farà scoprire ai ragazzi il mondo del fumetto, dell'illustrazione e le tematiche del viaggio.
Si conclude l'offerta didattica di Fruit, finalizzata alla divulgazione della conoscenza e alla promozione del lavoro del creativo nel campo del graphic design, dell'illustrazione e in generale dell'auto produzione e pubblicazione, con un workshop riservato agli studenti di FITSTIC, Fondazione Istituto Tecnico Superiore Tecnologie Industrie Creative, in collaborazione con la webzine Empovaldo. Il workshop ha come scopo la realizzazione dell'edizione Empovaldo a Bologna con un focus sulla 4a edizione di Fruit Exhibition.
I risultati del workshop saranno condivisi nell'ambito di Fruit, con una conference che l'Empovaldo terrà in relazione a strategie di comunicazione per l'editoria: marketing, promozione, distribuzione.
Le iscrizioni sono aperte: basta andare sul sito www.fruitexhibition.com alla sezione LABS.
Se per Natale si è stanchi di fare il solito regalo sotto l'albero, questa potrebbe essere l'occasione per un regalo speciale, un full immersion nel mondo della creatività con uno dei workshop di Fruit.

In attesa del festival (che ricordiamo si terrà dal 29 al 31 gennaio 2016 a Palazzo Re Enzo a Bologna), Fruit invita il pubblico al secondo appuntamento di Fruit Disco basato sullo stretto rapporto tra arti visive e musica.
Durante questo appuntamento, che ancora una volta avrà come cornice gli splendidi spazi del Museo internazionale e biblioteca della musica, inizieremo con un viaggio nel mondo del video-jocking, disciplina artistica nata negli anni '80 e che negli ultimi anni ha ricevuto crescenti riconoscimenti anche in campo pubblicitario. Martedì 29 dicembre 2015 alle ore 18.30 presso lo spazio eventi del museo, il graphic designer dello studio Sifon Graphisme, e Vj svizzero della crew Suffix, Simon Moser, si esibirà in una performance durante la quale modificherà e manipolerà immagini, creando in tempo reale un flusso visivo che andrà a fondersi con la musica. Musica e arti visive si uniscono quindi in un unico elemento in grado di dare luogo ad un'esperienza completa ed avvolgente, dove sia la vista che l'udito giocano un ruolo fondamentale nella fruizione dell'opera d'arte e dove i due i sensi vengono stimolati all'unisono.

La seconda parte dell'appuntamento, invece, ospita uno dei personaggi più trasgressivi del graphic design contemporaneo: Stefan Sagmeister, creativo di fama mondiale, di origine austriaca ma di base a New York. Molti lo conoscono per i trasgressivi lavori degli anni '90 e per le copertine dei dischi di alcune icone del rock: Lou Reed, David Byrne, Talking Heads (con i quali ha vinto un Grammy per la migliore copertina, utilizzando dipinti russi), Rolling Stones, Aerosmith e altri.
Il peculiare approccio di Sagmeister al graphic design ha infatti rivoluzionato il processo di progettazione di identità grafiche e visive, distruggendone l'estremo razionalismo e spostandone la ricerca estetica ai limiti del "brutto". In mostra presso il Museo internazionale e biblioteca della musica copertine e immagini tratte dagli sketch-books dell'artista che documentano il processo creativo che ha portato alla realizzazione di opere d'arte curate minimi dettagli in grado di mischiare sacro e profano e di dare al CD un valore che va al di là di mero supporto per la riproduzione del suono, ma al contrario lo rende complice di una fruizione dell'opera d'arte.
Le opere originali e i disegni di Stefan Sagmeister saranno visibili al pubblico presso il Museo internazionale e biblioteca della musica dal 29 dicembre 2015 al 17 gennaio 2016

FRUIT DISCO è organizzato con il supporto di Comune di Bologna e Pro Helvethia – Fondazione Svizzera per la Cultura.

La quarta edizione di Fruit Exhibition - Art Publishing Fair è in programma a Palazzo Re Enzo dal 29 al 31 gennaio 2016 ed è organizzata con il supporto di Comune di Bologna.
Per maggiori informazioni o aggiornamenti sul programma: www.fruitexhibition.com        



Questa e-mail è stata inviata da un computer privo di virus protetto da Avast.
www.avast.com

a6fanzine

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici