Suicidium, il gioco irriverente che non tutti finiscono


In questi giorni è in corso una campagna crowdfunding per finanziare il gioco Suicidium, un gioco di carte accattivante, macabro e divertente, il cui obiettivo è quello di porre fine alla vostra esistenza o spingere gli altri a farlo. Naturalmente è solo un gioco e come tale deve essere considerato.

Il gioco è stato presentato in anteprima al Treviso Comic Book Festival ed è stato molto apprezzato, tanto che ormai tutti ne parlano già.

Il gioco è stato concepito dall'associazione ludica Kinderkammer ed è composto da 100 carte, illustrate dal vignettista Marco Tonus. Le sue vignette sono apparse su "Cuore", "Il Vernacoliere", "Emme", "Mucchio Selvaggio", "Il Fatto Quotidiano", "L'Unità" e "Il Male".

Nell'edizione base e nelle varie edizioni a tiratura limitata, vi saranno anche carte disegnate da "ospiti", quindi illustratori e fumettisti personalizzeranno una carta del gioco "Suicidium". Il primo a partecipare è stato Davide La Rosa, il prossimo sarà Tuono Pettinato, ma tanti altri sono i nomi da scoprire man mano che la campagna prenderà corpo.

Le regole del gioco sono molto facili da imparare e prevedono due distinte modalità di divertimento pensate per 2, 3 o 4 persone. In sostanza, un solo mazzo di carte per due versioni di gioco.

In entrambe le versioni si parte con 10 punti volontà e 7 carte in mano per ogni giocatore, che rappresentano le "armi" da giocare su di voi o sui vostri avversari.

Nella modalità Survive l'obiettivo è sopravvivere, rimanendo l'ultimo in gioco. Nella modalità Depression l'obiettivo sarà quello di azzerarsi i punti volontà prima degli altri.

Non è così semplice terminare il gioco, poichè vi sono diverse carte che aumentano o meno le probabilità di vittoria. Carte tutte da scoprire.

Come potersi aggiudicare il gioco?
E' molto semplice: sostenere la campagna crowdfunding su Eppela, la piattaforma che in questo modo vi permette di prendere il gioco in anteprima, oltre che finanziare la realizzazione dello stesso.

Per farlo occorre registrarsi su www.eppela.com e poi accedere alla pagina di Suicidium, scegliere la ricompensa che più vi soddisfa e restare in attesa. Al raggiungimento dell'obbiettivo prefisso, e soltanto in quel caso, vi sarà addebitata sulla vostra carta di credito la somma relativa alla ricompensa scelta.

Le ricompense sono varie e si può scegliere tra il set di cartoline e spillette; il set di cartoline e spillette con il cd del gioco (che contiene il .pdf delle regole e delle carte da stampare); la versione base del gioco (che prevede il set base di 100 carte disegnate da Marco Tonus e dai disegnatori ospiti + il regolamento, entrambi racchiusi in un'elegante confezione); la versione limited (che prevede il set base + 4 dadi speciali segnapunti + il set di cartoline e spillette + una confezione speciale timbrata, numerata e con dedica degli autori del gioco); la versione ULTRAlimited (le stesse ricompense previste nella versione limited + il disegno originale di una delle carte realizzate da Marco Tonus) – per questa edizione, una volta pronto l'elenco completo delle carte, rispettando l'ordine di acquisto spediremo ai donatori un .pdf per la scelta del disegno; la versione STARlimited (le stesse ricompense previste nella versione limited + il disegno originale di una delle carte realizzate da uno degli ospiti) – per questa edizione, ogni volta che annunceremo un ospite creeremo l'apposita ricompensa; la versione PERSONALlimited (le stesse ricompense previste nella versione limited + la possibilità di partecipare come comparsa nel gioco + il disegno originale della carta in cui siete ritratti) – per questa edizione, al termine del crowdfunding sarete contattati per inviare una vostra foto. Il vostro ritratto verrà inserito in una carta del gioco!

Maggiori dettagli li potete trovare sul sito www.suicidium.it oppure andare direttamente alla pagina di adesione per sostenere il gioco all'indirizzo http://l2l.it/suicidium

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici