Per Bologna città del libro da Lucca la mostra su Rutu Modan

MOSTRA

ESSERE RUTU MODAN

Identità e radici nella graphic novel contemporanea

MUSEO EBRAICO DI BOLOGNA

26 marzo | 10 maggio 2015


inaugurazione lunedì 30 marzo 2015 | ore 18.00

Guido Ottolenghi, presidente Fondazione Museo Ebraico di Bologna

Vincenza Maugeri, direttore MEB

invitano all’inaugurazione della mostra

intervengono

Eldad Golan, addetto culturale Ambasciata di Israele a Roma

Renato Genovese, direttore Lucca Comics & Games

Ada Treves, redazione DafDaf

in occasione di

Bologna Città del libro per ragazzi e Bologna Children’s Book Fair

Una produzione Lucca Comics & Games

a cura di Giovanni Russo, Guido Martini, Jacopo Moretti e Luca Bitonte

in collaborazione con

Comune di Bologna

DafDaf, Il giornale ebraico dei bambini e Pagine Ebraiche

Ambasciata d’Israele

LA COLLABORAZIONE



Dal 26 marzo al 10 maggio prossimi, il Museo Ebraico di Bologna ospita Essere Rutu Modan - Identità e radici nella graphic novel contemporanea, la mostra personale dedicata alla pluripremiata illustratrice e fumettista israeliana. L’esposizione, prodotta da Lucca Comics &Games, in collaborazione con l’Ambasciata d’Israele in Italia e il periodico Pagine Ebraiche, ha già riscosso un grande successo di pubblico e di critica all’ultima edizione della manifestazione lucchese lo scorso ottobre e approda ora nelle sale dell’istituzione bolognese.

La mostra sarà inaugurata lunedì 30 marzo alle ore 18.00, nell’ambito di Bologna Città del Libro per Ragazzi, manifestazione promossa da BolognaFiere e Comune di Bologna, con l’apporto dell’Associazione Italiana Editori, in occasione di Bologna Children’s Book Fair.

«La collaborazione con il Museo Ebraico di Bologna è il giusto prosieguo della mostra di Rutu Modan a Lucca – spiega Renato Genovese, Direttore di Lucca Comics &Games, che presenzierà all'evento – e dell’intento della nostra manifestazione di voler stringere amicizie con realtà attive nel loro territorio, nonché naturalmente interessate ai nostri ambiti di osservatorio culturale».

LA MOSTRA

Negli splendidi locali del Museo Ebraico di Bologna arriva una mostra dedicata a Rutu Modan, artista ormai consacrata internazionalmente, vincitrice dei premi più importanti come l’Eisner Award americano, il Fauve d’Or francese e l’italiano Gran Guinigi, assegnato nel 2013 da Lucca Comics & Games.

La mostra, versione riadattata del percorso espositivo realizzato in occasione di Lucca Comics & Games 2014, segue il racconto che l’autrice fa di se stessa, rilasciato di fronte alle telecamere per il documentario appositamente girato a Tel Aviv nel giugno del 2014.

Il percorso illustra parte della sua ultima opera La Proprietà, ma anche la sua attività di illustratrice di libri per bambini e ripropone alcune sequenze di Unknown/Sconosciuto, fumetto d’esordio che l’ha resa celebre a livello mondiale.

Rutu Modan è una delle voci più significative della graphic novel contemporanea; con uno stile rigoroso e pulito, che ricorda la stilizzazione della linea chiara ma che in realtà è il risultato di una costante tensione al realismo, racconta storie in cui la realtà israeliana si manifesta in tutta la sua complessità.

Al centro dei suoi lavori è il macro-tema dell’identità, individuale e collettiva, che passa attraverso le problematiche odierne di Israele ma anche attraverso famiglia, radici e memoria.

Il suo è un disegno dal tratto essenziale, uno stile di commovente lucidità che coglie con inesorabile esattezza i rapporti tra i personaggi e lo spazio in cui vivono e si muovono.

CHI È

Rutu Modan (Tel Hashomer, Israele, 1966) è considerata la più grande autrice israeliana di graphic novel. Nel 1995 dà vita insieme a Yirmi Pinkus al gruppo Actus Tragicus. Il gruppo diffonde in Israele un nuovo genere di fumetto, allora inedito, arrivando ad autofinanziarsi.

Nel 1999 gli artisti di Actus, fra cui Rutu Modan, si qualificano come finalisti nella categoria “Migliore antologia a fumetti dell'anno” al Premio Eisner, il più prestigioso riconoscimento nel mondo del fumetto americano.

Si imporrà poi con Unknown/Sconosciuto (Miglior Fumetto dell’anno per “Entertainment Weekly”, incluso tra i Best of di “Time”, “The Washington Post”, “Publishers’ Weekly”, “New York Magazine”).

Vincitrice dell’Andersen Award for Illustration 2001, collabora a quotidiani e riviste e illustra libri per bambini ormai da più di vent’anni.

Ha vinto il Gran Guinigi a Lucca Comics & Games 2013 come Miglior Autore Unico e il Fauve d'Angouleme 2014 con La Proprietà (Rizzoli Lizard), che racconta con lucidità e contemporaneità il tema dell'identità ebraica.

Vive a Tel Aviv.

ORARI

da domenica giovedì 10.00 – 18.00

venerdì 10.00 – 16.00

sabato e festività ebraiche chiuso

INGRESSO LIBERO

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici