FIRST LEGO League a Milano


Expo 2015: la finale italiana di FIRSTⓇLEGOⓇ League arriva a Milano

Venerdì 6 e Sabato 7 Marzo i robot invaderanno Milano: la città ospiterà infatti la finale nazionale della FIRSTⓇ LEGOⓇ League (FLL), il campionato di robotica destinato ai ragazzi tra i 9 e i 16 anni. Dopo le tappe interregionali di Cuneo, Bolzano, Catania e Pistoia, che hanno visto la partecipazione di oltre 90 squadre, il capoluogo lombardo si prepara ad accogliere i migliori team italiani, pronti a sfidarsi presso la suggestiva cornice della Fabbrica del Vapore (via Procaccini, 4 – Milano) per vincere il titolo nazionale e la possibilità di volare a St. Louis per la finale mondiale.

Quest’anno la manifestazione si inserisce nel prestigioso programma dell’EXPO 2015 e sarà un evento ad ingresso libero aperto a tutti: famiglie, curiosi e scuole (anche quelle non direttamente coinvolte). Saranno infatti allestiti laboratori didattici sui prodotti LEGO Education organizzati con Media Direct - CampuStore rivolti a tutte le fasce d’età (a numero chiuso, è necessaria l’iscrizione), tavoli gioco con mattoncini LEGO per i più piccoli, una sala cinema dove saranno proiettati video educativi sulla robotica, l’apprendimento ma anche lo strepitoso LEGO Movie e stand dimostrativi di vario interesse.

Appuntamenti e dimostrazioni si alterneranno per tutto l’arco delle due giornate, dalle 9.00 del mattino alle 19.00 il venerdì e dalle 9.00 alle 18.00 il sabato.



FIRST LEGO League è un campionato mondiale di scienza e robotica nato nel 1999 da un accordo tra LEGO Education e FIRST, l’associazione americana che si occupa di promuovere la diffusione di scienza e tecnologia. In Italia la competizione viene organizzata dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto, grazie anche al sostegno del MIUR, che vede in quest’evento la possibilità di avvicinare i ragazzi più giovani a una disciplina - la robotica - che crea ogni anno migliaia di posti di lavoro e che sempre più sembra destinata a condizionare il nostro futuro. In ogni edizione della FLL i ragazzi sono infatti portati a riflettere su un tema di ampio interesse per la società in cui vivono e a trovare soluzioni robotiche adeguate ad affrontare i problemi legati a tale tematica. L’anno scorso si chiedeva loro di riflettere sulle catastrofi naturali che hanno interessato e interesseranno il nostro Pianeta, quest’anno la sfida li tocca ancora più da vicino: il tema proposto è infatti World Class. Come sarà la scuola del futuro? Chi meglio degli studenti può rispondere a questa domanda di pubblica utilità?

Le soluzioni dovranno essere cercate con l’ausilio di LEGO Mindstorms EV3 ed NXT, robot interamente costruiti con mattoncini LEGO Education ed “educabili” grazie a un ambiente di programmazione ad icone appositamente progettato per essere utilizzato fin dalla scuola primaria, avviando così i più giovani alla programmazione senza percorsi “traumatici” o eccessivamente contorti.

Ma FLL non significa solo robotica, l’evento si divide infatti in 4 prove distinte, ognuna delle quali ha uguale peso sul risultato finale: Gara di robotica, Progetto Tecnico, Progetto Scientifico, Core Values (valutazione del team e delle sue dinamiche). Ai fini della qualificazione ogni prova ha lo stesso peso ed è quindi non solo l’abilità tecnica ad essere premiata, ma la squadra più completa e competente a 360°.

Centrale in una gara di questo tipo è quindi il rigore scientifico dei team coinvolti: oltre al robot da gara vero e proprio è infatti richiesto ai ragazzi di presentare una ricerca che renda conto del percorso educativo affrontato durante l’anno di progettazione, con tanto di esperimenti e verifica della fattibilità dell’idea. Vengono così richieste e messe in gioco anche le capacità espositive, logiche e di comunicazione dei ragazzi. Non solo: la FIRST LEGOⓇ League valuta anche le dinamiche di squadra e la capacità di lavorare in  gruppo (inserendo a tal proposito in giuria anche psicologi, oltre che tecnici e ingegneri). Ciò costituisce una peculiarità che differenzia la FLL dai concorsi scientifici già presenti sul territorio nazionale ed europeo e dalle competizioni internazionali di robotica pura e che rende l’evento un obiettivo educativo importante anche da un punto di vista formativo a più ampio spettro.

E allora, cosa aspettate per innamorarvi della robotica? Correte a Milano, l’ingresso è libero.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici