I KISS svelati da un FAN esperto "Capitan Hollywood"

Frank Paulis ci racconta i KISS!
Se bisogna parlare del mondo dei KISS, c'e' bisogno di qualcuno che se ne intenda.
Abbiamo raggiunto un "FAN" di quelli che in tutti questi anni, quel mondo lo vive intensamente, si chiama Frank Paulis (al secolo Capitan Hollywood) e di cose da raccontarci, ne ha davvero parecchie.

(L'intervista in forma ridotta è pubblicata sul n°32 di A6, qua in versione completa...leggetela tutta perché è molto interessante!!!!!)
A6: Ciao Frank e benvenuto su A6 Fanzine.
Frank: Grazie a voi per questa oopportunità.

A6: Chi sono i KISS?
Frank: E' una band Hard Rock Americana che nel 1973 da alla luce il suo primo omonimo album, e si presenta al mondo con i volti mascherati ed identità' misteriose.
PAUL STANLEY/The Starchild-Voce/Chitarra
GENE SIMMONS/The Demon-Voce/Basso
ACE FREHLEY/The Spaceman-Voce/Chitarra
PETER CRISS/The Catman-Voce/Batteria

La notorieta' in America arriva con il singolo ROCK'N ROLL ALL NITE, ma e' con I WAS MADE FOR LOVIN' YOU che esplode la KISS-Fever in tutto il mondo, Italia compresa...me compreso!

A6Raccontaci come nasce questa tua passione verso i KISS.
Frank: Nel 1980 mio cugino mi fece ascoltare una cassetta con quattro personaggi in copertina (Dynasty), e per un 14 enne come me, all'epoca amante dei fumetti marvel (il mio preferito in assoluto e' Capitan America, ecco svelato meta' del mio soprannome) e della musica, fu molto naturale e coinvolgente.
Iniziai ad acquistare i vinili, le cassette, riviste ed ogni tipo di gadget che si potevano trovare in giro in quel periodo, ma solo dopo averli visti al cinema  in "KISS PHANTOMS" (prodotto da Hanna&Barbera), e vedere in carne ed ossa questi misteriosi Super-Eroi del Rock'n Roll, che me ne innamorai perdutamente.

A6: Sei un musicista, quindi anche tu come molte Rockstar famose hai iniziato a suonare dopo un concerto dei KISS?
Frank: Non esattamente, ero troppo giovane per andare a vederli nel 1980 quando vennero per la prima volta in Italia, ma dopo aver visto il film, formai la mia prima band (Militar Police) che aveva  Firehouse dei KISS in scaletta. Anni dopo, ho avuto l'onore di interpretare Gene Simmons negli Electric Circus (KISS tribute), sputavo fuoco, vomitavo sangue e suonavo con un basso a forma di accetta...Avevamo uno show molto impegnativo e curato nei minimi particolari. Girammo l'Europa tributando i nostri idoli, e' stata una bella avventura...eravamo come una grande famiglia!
Suono ancora ovviamente, a maggio di quest'anno e' uscito Red Moon Rising, il nuovo album dei Perfect View (band dove ricopro il ruolo di bassista/corista compreso l'aspetto organizzativo/merchandise che ho imparato ovviamente dai KISS).
 
A6: L'essere un punto di riferimento dei KISS in Italia e' un grande riconoscimento, ti ci ritrovi?
Frank: Mi lusinga molto questa definizione. Credo sia dovuto al fatto che sono prima di tutto un FAN...amo condividere tutto il mio mondo KISS con chiunque lo desideri. Amo i KISS ed amo fare di tutto per soddisfare la mia fame e quella di moltissimi amici disseminati in Italia e non solo. 

Dopo l'esperienza con gli Electric Circus, mi sono dedicato ad organizzare delle EXPO dedicate alla band americana. Ne ho organizzate piu' di una ventina dal 2004 ad oggi, il più' delle volte da solo, altre insieme a Kissomani della vecchia e  nuova generazione. 
Alle KISS-Expo c'e' di tutto, le bands che suonano, la lotteria con premi a tema, concorsi con costumi e maschere dove anche il semplice spettatore diventa protagonista, giochi e soprattutto tanto merchandise che attira i fan da tutta italia. Sei un fan dei KISS? vieni ad una KISS-Expo e ti ritrovi nel paese dei balocchi!

Insieme ad un amico ho anche pubblicato un libro (tiratura limitatissima) sulla Cronistoria dei loro primi 35 anni di carriera. Nel 2006 ho organizzato per la SONY/BMG due Expo per la presentazione del DVD ufficiale "KISS -Rock the Nation Live", ho costruito persino un gioco da tavola (apprezzato da Gene Simmons e da il responsabile del loro merchandise ufficiale) dedicato ad Eric Carr, secondo batterista della band prematuramente scomparso nel 1990, ed ispirato a MUSIC FROM THE ELDER (un concept-album dei KISS).

Tutto questo, fatto con molto rispetto nei confronti dei KISS e di tutti i fan che ho incontrato in questi anni.
Ho infine conosciuto personalmente la band all'Arena di Verona nel 2008, un'emozione davvero unica credetemi.

A6: Diversamente da molte altre band degli anni 70, a cosa si deve la "longevità" dei KISS?
Frank: Quando si parla dei KISS, si apre un mondo straordinario fatto di Musica, Spettacolo e Business.

Poche band al mondo vantano i primati dei KISS, sui dischi d'oro/platino raccolti nei loro 40 anni di carriera.
E' stata la prima band in assoluto a rendere un semplice concerto un vero e proprio spettacolo fatto di luci, effetti speciali e pirotecnici (e stiamo parlando degli anni 70).
La loro energia "on stage" rese la vita difficile a tutte le band che davano loro l'opportunità di aprirne i concerti. Spesso il pubblico snobbava gli Headliner (termine usato per identificare la band protagonista della serata), e questo contribuì ad accelerare la scalata al successo. Ben presto i ruoli si capovolsero.

I KISS, musicalmente hanno saputo adeguarsi ai tempi, senza snaturarsi troppo, ma credo che l'ingrediente fondamentale siano i FAN.
Gli adolescenti di tutto il mondo si innamorarono sin dall'inizio della loro scelta di "mascherare" le loro vere identità, grazie a quattro personaggi creati in base alle loro diverse personalità' tanto da creare il più' grande fan club mai esistito al mondo denominato KISS-ARMY.
Il loro manager Bill Aucoin, creo' un vero e proprio impero basato sul merchandising dedicato alla band.

Esistono, nel mondo, milioni di collezionisti che hanno creato delle vere e proprie KISS-ROOM. (io sono uno di questi, e in Italia ho molti amici che ne hanno di stupende!) 
Pezzi molto ricercati ed ambiti (i più' costosi sono quelli degli anni 70).









A6: Ma cosa c'entrano i KISS con il mondo dei fumetti?                 
Frank: I KISS hanno prodotto una quantità' industriale di merchandising, legato a qualsiasi cosa si possa immaginare, ma la cosa che più' di tutte ha sempre stuzzicato la fantasia di Gene Simmons e' sicuramente la parte legata ai fumetti.

Gene fin da giovanissimo ha coltivato questa sua passione. Durante il periodo legato alla sua adolescenza, aveva dato vita ad una serie di fanzine (la più' fortunata fu "Cosmos") dedicata al mondo dei Super-eroi, Fantascienza ed Horror. Inoltre faceva soldi facendo scambi e vendendo numeri rari ai collezionisti.
Lui e' l'artefice dell'aspetto teatrale e misterioso della band. Questa caratteristica e' stata il motore di tutto ed e' giusto sottolinearlo.
Tornando a noi, fu grazie ad una intuizione del loro manager, che i KISS si avvicinarono, sin da meta' degli anni'70, al fumetto.

In pillole, questo e' quello che e' successo, ma non e' sicuramente tutto...

KISS MARVEL - HOWARD THE DUCK - "1977"
La prima volta in assoluto, che i KISS hanno a che fare con il mondo dei fumetti.
Brevissima apparizione sul numero 12 (Maggio) ed il numero 13 (Giugno).

KISS MARVEL - SUPER SPECIAL #1 - "1977"
Numero difficile da reperire. Il prezzo si aggira dai 250,00 ai 350,00 euro, poichè contenente il KISS REAL BLOOD!!! (il loro sangue appunto).

La band era già diventata nell'immaginario dell'adolescente americano, una sorta di nucleo di Super-Eroi dei quali nessuno conosceva le identità', cosi' la Marvel Comics ne approfitto' e pubblicò immediatamente un albo in edizione speciale con i Kiss come protagonisti che combattono contro DR DOOM (Dr Destino per noi lettori italiani) e disegnato dal mitico John Buscema.
La cosa davvero bizzarra fu la promozione. La band si recò a Buffalo, nello stabilimento dove veniva stampata la grafica di tutti i fumetti Marvel. A uno a uno, ogni membro si fece prelevare del sangue, tanto da riempirne una fialetta. Poi, con la testimonianza di un pubblico ufficiale, versarono le fiale nella bacinella dell’inchiostro rosso. C’è una foto che immortala l’evento.


La leggenda narra che  l'inchiostro fu poi usato erroneamente per una tiratura di Sports Illustrated. Ad ogni modo il fumetto andò a ruba.
Story-board di Steve Gerber, e parte dello staff: Alan Weiss, John Buscema, Rich Buckler, Sal Buscema, e Al Milgrom.

KISS MARVEL - SUPER SPECIAL #5 - "1978"
Meno quotato del primo, ma altrettanto raro. I KISS se la devono vedere questa volta con Mephisto.
Story-board di Alan Weiss, e parte dello staff: Ralph Macchio, John Romita, Jr. e Tony DeZuniga.

REVOLUTIONARY COMICS "1992"
Sono 5 le uscite della Revolutionary Comics del 1992 dedicate ai KISS, non proprio facili da reperire.
La prima nella categoria Rock’n’roll comics, la seconda nella categoria Hard Rock Comics e la terza composta da 3 numeri dedicati a loro che si chiama KISS-Pre-History.

KISS MC FARLANE "1997-2000"
L’idea di creare un nuovo fumetto nasce da Gene Simmons e McFarlane, dopo l’uscita dell’album “PSYCHO CIRCUS”.
Ne uscirà anche un gioco per pc e playstation.
La Trama, si basa su un "Concept" album dei KISS "Music from the Elder" uscito nel 1981 e partorito dalla mente di Gene Simmons.
La versione americana, è composta da 31 numeri, inizialmente  disegnati da Angel Medina.
Dal n.18 al n.31 cambia il disegnatore che di fatto porterà il nome di Clayton Crain.
Nel 1999 la Panini di Modena (leader storica delle figurine) stampa la versione italiana. Si tratta di 3 volumi che raccolgono i primi 6 numeri (due ogni volume,  dei quali posseggo le matrici e varie stampe di prova delle copertine). Successivamente nel 2000 sempre la Panini da alla luce  4 volumi intitolati KISS-Destroyer.


KISS DARK HORSE "2002-04"
Composto da 13 numeri pubblicati tra il 2002 e 2003, + 4 numeri extra usciti tra il 2003 e 2004 con titoli differenti.
Tutta la collezione si trova solo in lingua originale. Non sono mai state stampate copie in italiano.
Il team che lavora a questa nuova saga dei KISS è composto da Joe Casey (X-Men), Mel Rubi, a cui si aggiungono, solo in alcuni numeri, Scott Lobdell e Mike Baron.

KISS -KOMPENDIUM - "2009"
Se la curiosità dell'amante del fumetto cerca soddisfazione, niente paura. Esiste un volume che raccoglie la quasi totalità dei fumetti qui sopra descritti.
Si chiama KOMPENDIUM altro non e' che un volume cartonato a colori di oltre 1200 pagine, tutto in lingua inglese.
Si trova comodamente nei siti specializzati in vendite -on-line a prezzi molto accessibili.

A6: Accidenti, abbiamo esplorato un mondo davvero straordinario! Grazie della chiacchierata Frank, ed in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti legati ai KISS e non solo.
Frank: Grazie a voi, per me e' sempre un piacere parlare della "Band più calda dell'Inferno"! Vi aspetto nella mia KISS-ROOM per vedere da vicino gran parte dei fumetti descritti in questa intervista.

A6: Invito accettato!

La splendida KISS family di Frank!!!

IsaComics

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

1 commento:

  1. I biglietti del concerto di Verona del Management del dolore post-operatorio in palio in un contest su TraKs: http://wp.me/p3KfqT-19A

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Scrivici