Intervista a Lorenzo Bianchi e Veronica "Veci" Carratello autori di "David Bowie - L'Uomo delle Stelle"

Lorenzo Bianchi e Veronica "Veci Carratello, gli autori di "David Bowie - L'Uomo delle Stelle", edito da NPE - Nicola Pesce Editore, si raccontano ad A6 Fanzine, in uno viaggio attraverso musica e fumetti.


Lorenzo Bianchi, Veronica “Veci” Carratello
Nicola Pesce Editore 2014,
160 pagine, B/N, Brossura
Euro 12,00
ISBN 978-88-97141-30-3

Quanto vi siete divertiti a lavorare sul volume "David Bowie - L'uomo delle stelle"?

Lorenzo: La parte più divertente di tutto il progetto è stata mettere insieme i pezzi del puzzle della vita di Bowie e incastrarli seguendo un filo logico e non cronologico.

Mi sono anche divertito molto a disseminare all'interno della storia citazioni più o meno esplicite di cose a cui tengo particolarmente. Magari un giorni le elencherò tutte in un pezzo sul mio blog.

Veci: Molto, David Bowie è un personaggio che mi ha sempre affascinato, sia a livello fisionomico che
musicale e artistico.

In particolare, in questo volume, non è presente un unico Bowie ma tutti i personaggi che ha interpretato nel corso della sua carriera, essendo una biografia dagli esordi ai giorni nostri.

Quindi è come aver lavorato ogni volta a un protagonista diverso, visto i vari look di David e per questo non mi sono mai annoiata.

Non un semplice graphic novel, ma una vera e propria biografia a fumetti. In che modo vi siete documentati e come avete dato corpo alla storia che avevate in mente di narrare?
Lorenzo:
Erano anni che volevo scrivere qualcosa su David Bowie, un mio personale omaggio alla sua carriera e non la solita biografia nasce-cresce-muore (che poi Bowie mica è morto).

Quindi ho deciso di lavorare su più piani temporali e narrativi e seguire un ordine non cronologico dettato dal progredire degli eventi.

Il mio obbiettivo è sempre stato quello di delineare la figura di Bowie durante il corso della sua lunga carriera, cercando di mettere il più possibile da parte il Bowie star e raccontando l'uomo dietro la maschera.

Per quanto riguarda la documentazione, ho cercato le fonti più attendibili tra libri, interviste e documentari. Sicuramente David Bowie - L'enciclopedia di Pegg (uno dei primi libri sull'artista che ho acquistato, intorno al 2003) è stata la mia Bibbia.

Veci: Graphic novel semplici non ne conosco.

La sceneggiatura è stata scritta totalmente da Lorenzo e non è una classica biografia poiché la storia musicale e personale di Bowie si interseca a una inventata dallo sceneggiatore, legata al cantante.

Lo scopo di Lorenzo era quello di rappresentare Bowie come uomo più che come artista.

Per quanto riguarda la realizzazione grafica del fumetto, mi sono documentata guardando molti video e foto di David Bowie, molti suggeriti da Lorenzo, per far sì che la scena scritta fosse il più fedele possibile a quella reale; per esempio c’è una parte dedicata al matrimonio di Bowie in cui ho dovuto raffigurare anche il prete che ha celebrato il matrimonio e Lorenzo è stato così pignolo da mandarmi la sua foto.

A seguire la fumettosa storia, vi sono delle sezioni speciali, o meglio, delle chicche che impreziosiscono questo volume, contenente la discografia, i costumi indossati dal "Duca Bianco", le persone che gli sono state accanto ed anche il parere di alcuni personaggi del mondo dello spettacolo. Un volume che non può mancare negli scaffali dei collezionisti e degli amanti della musica.
Lorenzo:
Oltre alla biografia scritta che colma in alcuni punti con informazioni che non hanno trovato spazio nel fumetto, mi sono da subito impuntato perché si riuscisse a infilare a fine volume una galleria con i costumi più celebri (accompagnate da alcune informazioni sul perché sono stati scelti o chi li ha realizzati) e alcune interviste che ho realizzato appositamente per il volume.

Tra queste, quella al fumettista Mike Allred e al celebre chitarrista Carlos Alomar sono quelle a cui tengo di più.

E' la prima volta che lavorate insieme? Se si, come vi siete trovati? Pensate di sviluppare nuovi progetti in futuro? Magari legati sempre all'ambito musicale?
Lorenzo:
Sì, è stato il primo lavoro fatto in team e sono molto soddisfatto del risultato finale.

Spero in futuro ci possano essere altre occasioni per lavorare nuovamente insieme, magari con tematiche del tutto differenti dal mondo musicale.

Veci: Questa è la prima collaborazione con Lorenzo, mi ha trovato lui su internet.

Lorenzo ha visto il booktrailer del mio fumetto autoprodotto Fat Bottomed Girls, a tema musicale anche questo, in cui appare anche David Bowie. Quindi, visto il mio interesse per la musica e per lo stesso Bowie,  ho accettato di lavorare al suo progetto.

Per il futuro mi piacerebbe proporre un fumetto scritto e disegnato da me, mi sento più autrice che solamente
disegnatrice. Sicuramente lavorando a sceneggiature altrui si migliora molto, infatti se fosse stato per me, molte inquadrature diagonali dal basso o dall’alto le avrei evitate! Ma l’esigenza di raccontare è forte in me, infatti sto già lavorando ad altri progetti, lontani da questo.

Mi piace cambiare genere e stile, non mi piace fossilizzarmi solo su uno.

Lorenzo, sei un giovanissimo sceneggiatore. Come nasce la tua passione e come si sviluppa nel tempo, diventando il tuo lavoro?
Lorenzo: Più che un lavoro, in questo momento è un qualcosa che sta sbocciando e sta iniziando a dare i primi frutti.

Per quanto riguarda la mia passione per il fumetto, fin da piccolo sono stato un accanito fan dei cartoni animati, sopratutto di He-Man e della serie animata di Batman del duo Timm/Dini (che per me è la più bella serie d'animazione mai realizzata in America).

Crescendo, mi sono spostato sul versante fumetto, partendo dai supereroi per poi spostarmi su storie più adulte come quelle di Alan Moore o di Neil Gaiman.

Veronica, anche tu giovanissima, vuoi raccontarci magari i tuoi esordi e a quale tuo lavoro sei particolarmente legata?
Veci: Il mio esordio nel campo del disegno risale a qualche anno fa, le mie prime pubblicazioni sono legate
all’illustrazione per l’infanzia, come il libro “Il Mondo di Bagigio” e il “Diario di Chicco” editi da Edizioni
Astragalo.

Il mio primo fumetto e il lavoro a cui sono più affezionata è Fat Bottomed Girls, un volume autoprodotto (ma lo considero ugualmente il mio primogenito), scritto e disegnato da me, il quale tratta di tre attempate amiche che tornano a essere groupies ai giorni nostri, con risvolti comici.

Recentemente, ho anche partecipato all’antologia internazionale sull’Apocalisse di Puck Magazine, Apuckalypse.

Quali sono i vostri fumetti preferiti?
Lorenzo: Direi Watchmen, ma risulterei banale.

In realtà non ho fumetti preferiti, tutti quelli che leggo e acquisto hanno un qualcosa che li rende "i miei preferiti".

Ultimamente sto rileggendo alcune opere di Moebius (in preparazione a un nuovo progetto a cui sto lavorando) e continuo a trovarle straordinarie. Dovrebbero farle studiare nelle scuole insieme a maestri come Dalì o Magritte.

Veci: Le mie letture sono varie, anche se preferisco i graphic novel.

Se dovessi stilare una classifica metterei al primo posto “Blankets” di Craig Thompson, al secondo “Asterios Polyp” di David Mazzucchelli e “Pillole blu” di Frederik Peeters, ma anche Baby’s in Black di Arne Bellstorf mi piace molto, per rimanere in tema di fumetti legati alla musica.

Amo anche le strisce umoristiche, trovo bellissima e poetica la serie “Macanudo” di Liniers.

Tornando alla figura di David Bowie, qual è il brano che più vi piace del suo repertorio musicale?
Lorenzo: Anche qui non ne ho uno in particolare.

Sono molto legato alla produzione elettronica e sperimentale di Bowie, dalla trilogia berlinese ai più recenti 1.Outside e Earthling, in quanto emerge un Bowie anticipatore di mode e tempi che difficilmente possiamo riscontrare in altri artisti.

Veci: In realtà non ce n’è solo uno, probabilmente Five Years, è quello che ho più schitarrato e mi ricorda molti momenti personali. Mi piace molto anche Ashes to Ashes e Space Oddity.

Mentre qual è invece l'aspetto artistico e fantastico che più vi lega alla figura di David Bowie?
Lorenzo: Sicuramente la sua arte nel cambiare rimanendo sempre lo stesso.

Veci: Mmm, vediamo… i mie occhi sono entrambi castani anche se mi sarebbe piaciuto avere gli occhi bicolor. Ad ogni modo direi la musica, ho sempre avuto una passione fortissima per la musica, suono la chitarra e l’armonica, tempo fa avevo anche un gruppo musicale. E’ una parte fondamentale della mia vita.

Quando sarà disponibile il volume e dove potrete incontrare i lettori per firme, dediche e disegni?
Lorenzo: Il fumetto può già essere acquistato sullo shop di Edizioni NPE (ma le spedizioni partiranno il 15 di aprile).

Fisicamente, il volume uscirà in anteprima a Torino Comics, con una presentazione a cui parteciperemo sia io che Veronica, e continuerà il suo tour promozionale in anteprima allo Smack! di Genova e al Napoli Comicon, per poi approdare a Maggio in tutte le librerie e fumetterie d'Italia.

Veci: Ecco qui gli appuntamenti dove troverete me e in alcune date anche Lorenzo:

12-13 aprile - Torino Comics
26-27 aprile - SMACK! di Genova
1-4 maggio - Napoli Comicon
10 maggio - Salone del Libro di Torino
11 maggio - F come Fumetto (Milano)
8 giugno - Novara Comics & Games
14-15 giugno - La Sagra dei Fumetti (Villafranca di Verona).

Progetti futuri?
Lorenzo: Nel corso del 2014 (probabilmente a Lucca Comics) uscirà per Kleiner Flug un mio adattamento a fumetto dell'Enrico IV di Pirandello, realizzato in coppia con la disegnatrice Angelica Regni che ho già finito di scrivere.

Attualmente sto lavorando a tre progetti diversi, ovvero un qualcosa su D'Annunzio, una graphic novel su un evento accaduto a Firenze molti anni fa ed infine una storia fantasty per il mercato francese che probabilmente sarà il mio prossimo progetto. 

Veci: Al momento sto proponendo un libro per bambini scritto insieme al mio ragazzo, inoltre sto progettando un nuovo fumetto e ho ricevuto un’altra proposta importante legata la mondo dei fumetti, ma per ora non posso anticipare nulla.

Lorenzo Bianchi (Firenze, 1990) Diplomato alla Scuola Internazionale di Comics, lavora nel settore del fumetto in veste di editor per la casa editrice RW Lion e fa parte del duo elettronico AltroQuandO.
David Bowie - L'Uomo delle Stelle rappresenta il suo esordio come sceneggiatore. Nel 2014 firma anche i testi di Enrico IV, adattamento a fumetti della famosa opera teatrale di Luigi Pirandello, disegnato da Angelica Regni ed edito da Kleiner Flug.
Il suo blog è: ducabianchi.blogspot.it


Veronica Carratello, in arte Veci (Novara, 1988) Diplomata alla Scuola Internazionale di Comics di Torino, ha collaborato con Edizioni Astragalo, illustrando i libri per l’infanzia Il mondo di Bagigio e Il Diario di Chicco, e con varie agenzie e aziende di design. Il suo esordio nel mondo del fumetto è rappresentato dall'autoproduzione Fat Bottomed girls. Nel 2014 ha partecipato all’antologia internazionale a fumetti Apuckalypse.
Il suo blog è: vecicomix.blogspot.it

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

2 commenti:

  1. Grazie! :) Una rettifica: Lorenzo sarà presente solo ad alcune fiere, non in tutte quelle segnate.

    RispondiElimina
  2. Correzione effettuata ;)

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Scrivici