MOEBIUS PROIBITO

MOEBIUS PROIBITO

Moebius Proibito - Artigli d'Angelo
di Alejandro Jodorowsky e Moebius

Formato: 21 x 29,7 cm, cartonato,
bianco e nero, 80 pp.
Prezzo: 14,90 euro
ISBN: 978-88-97141-22-8

Volume scandalo. Un’opera dimenticata di Moebius e di Jodorowsky, maestri incontrastati della nona arte. Una perla che il collezionista ed il cultore di fumetti non possono lasciarsi scappare. Moebius, al secolo Jean Giraud, scomparso l’anno scorso, è considerato il più grande autore di fumetti europeo e qui si offre al lettore senza pudore.
Nell'elegante cura editoriale che distingue i volumi NPE, l’opera strizza l’occhio alla tecnica dell’incisione, all’erotismo e alla pornografia, mostrandoci un Moebius ancora sconosciuto, accompagnato dai testi espliciti, ma raffinati, dello scrittore cileno con cui ha realizzato tanti capolavori da L'Incal a Gli occhi del gatto; un sodalizio che ha segnato in modo indelebile la storia del fumetto e della letteratura.
Artigli d’Angelo è una giovane ragazza della quale gli autori ci mostrano la cruda e sofferta educazione sessuale, attraverso immagini forti e toccanti, arrivando a farla assurgere a simbolo di una ricerca spirituale ben più profonda.


MOEBIUS

Jean Giraud, più noto con gli pseudonimi di Moebius e di Gir, è nato a Nogent-sur-Marne l'8 maggio 1938. La sua carriera inizia sul finire degli anni '50 con alcune prime storie western. Nel 1962, su testi di Jean-Michel Charlier, crea il celebre personaggio di Blueberry. Allo stile realistico alterna un'incredibile carriera parallela fatta di storie fantastiche pubblicate con il gruppo Les Humanoïdes Associés su «Métal Hurlant», rivista che raccoglieva il meglio della produzione fantastica e fantascientifica a fumetti. Tra le tante opere ricordiamo Il garage ermetico di Jerry Cornelius, un vero e proprio manifesto contro la struttura classica della sceneggiatura, ma anche Arzach, John Difool e, nel 1981, l'Incal su testi di Alejandro Jodorowsky. Tante le collaborazioni con case editrici e cinematografiche estere, come i testi per il manga di Jiro Taniguchi Ikaru, la toccante interpretazione di Silver Surfer nella graphic novel Parabola scritta da Stan Lee, e il suo apporto immaginifico a classici della fantascienza quali Tron, Alien, Abyss e Il quinto elemento. Ci ha lasciato il 10 marzo 2012 all'età di settantatré anni.



Alejandro Jodorowsky

Alejandro Jodorowsky Prullansky nasce a Tocopilla, in Cile, il 17 febbraio 1929. Si trasferisce nel 1953 a Parigi, dove fonda il movimento di teatro Panico dopo l'esperienza come assistente e collaboratore di Marcel Marceau. La sua notorietà è legata al surrealismo provocatorio delle pellicole da lui dirette tra cui ricordiamo El Topo (1971) che lo rivelò al pubblico internazionale, La montagna sacra (1973) e Santa sangre - Sangue santo (1988). Negli stessi anni inizia a praticare la lettura dei tarocchi al pubblico di Parigi, procedendo in uno studio che porterà al restauro di questo antico strumento esoterico e alla pubblicazione di un volume tradotto in tutto il mondo: La via dei Tarocchi. Come sceneggiatore di fumetti ha firmato molte importanti collaborazioni: dall'Incal saga disegnata da Moebius alla Casta dei Meta-Baroni, disegnata da Juan Gimenez, dalla trilogia dei Tecnopadri alla spietata storia dei Borgia, per i disegni di Milo Manara. Nel 1991 gira Il ladro dell'arcobaleno con Peter O'Toole e Omar Sharif; nel 2005, invece, interpreta Ludwig van Beethoven in Musikanten di Franco Battiato, per cui, nel 2007 torna a recitare in Niente è come sembra. Sempre negli anni '90 inizia a pubblicare testi dedicati alla Psicomagia e all'esoterismo come La Via dei Tarocchi, Quando Teresa si arrabbiò con Dio e I Vangeli per guarire. Nel 2007 ha pubblicato Psicoposta, raccolta della corrispondenza avuta in questi anni con i lettori italiani nell'omonima rubrica di XL, magazine mensile de la Repubblica.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici