Soy de Pueblo, la recensione

Titolo: Soy de Pueblo
Autore: Raquel Córcoles e Marta Rabadán
Collana: La vie en Rose
Pagine: 84
Formato: 15,8x21,2cm
Prezzo: € 11,00
Codice ISBN: 978-88-97698-05-0
COMPRA
"Soy de Pueblo" è diventato in brevissimo tempo un caso editoriale in Spagna, tanto che ora lì vi è già uscito il secondo volume.

Per l'edizione italiana, la prima edizione non spagnola del fumetto, ci ha pensato Hop! Edizioni, la giovane casa editrice che ha già alle spalle numerosi successi editoriali.

"Soy de Pueblo", ovvero la "provinciale" -se proprio vogliamo tradurre- è una ragazza che dal suo paesino sperduto nella terra spagnola, si trasferisce nella capitale, a Madrid, per cercar fortuna.

Moderna de Pueblo, la protagonista di questo divertentissimo fumetto, approda in città dapprima con tanti sogni e speranze. Sogna di aver un ottimo lavoro, tanti soldi, di frequentare le persone giuste e di trovarsi nel posto giusto, alla moda. Non disdegna neanche di trovarsi un bel fidanzato "moderno" proprio come lo è lei.

Ma le fantasie ben presto lasciano il posto alla cinica realtà.

Ambientarsi in città è un pò difficile, se vuoi esser accettata devi diventare come loro -o magari fare finta di esserlo- altrimenti non avrai mai modo di inserirti.

Così la nostra Moderna de Pueblo affronta le sue (dis)avventure da provinciale in città, lasciando pian piano che quella ingenua e sognatrice ragazza che era si mimetizzi tra le modernissime ragazze che popolano outlet, frequentano party esclusivi, conoscono blogger famosissimi, vestono alla moda in modo sempre più stravagante, usano l'I-phone ed indossano le converse.

Uno stile di vita che si riflette sia nel campo lavorativo che sentimentale, naturalmente. La Moderna de Pueblo non sembre essere troppo fortunata con l'amore. Ed inizialmente neanche con il lavoro.

Facebook poi è il social per antonomasia dei "moderni" che fanno a gara per avere più commenti e "Mi Piace" ad ogni cosa che dicono o fanno.

E quando la Moderna torna al suo paese per stare con la famiglia, si comporta esattamente come una perfetta "moderna de pueblo", tanto talvolta da risultare odiosa ai suoi compaesani.

Raquel Córcoles e Marta Rabadán si sono così divertite a realizzare un personaggio che è un pò ispirato alle loro vicende, essendo anche loro delle "provinciali" trasferitesi in città per lavoro.

Un mondo che amano prendere un pò in giro ma che d'altronde si presta molto a questo gioco.

Molti si riconoscono nel personaggio di Moderna: chi non ha mai cercato di esser qualcun altro? Chi non ha mai affrontato un ambiente nuovo? Chi non ha mai fatto una espressione di meraviglia quando ha messo piede in una città sconosciuta?

"Soy de Pueblo" è uno spaccato della nostra contemporaneità e non si può non ridere di noi stesse e di quelle stranezze che talvolta ci fanno sembrare degli alieni.

E devo farvi una piccola confessione: talvolta, quando da Roma giungo a Milano, mi sento anch'io una "Moderna de Pueblo".

Leggi anche la nostra intervista alle autrici qui.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici