Lucca Comics assegna gli Oscar del graphic novel: premi Gran Guinigi 2012 a "Blast" di Larcenet e "I segreti del Quai d'Orsay" di Blain e Lanzac


A LUCCA COMICS VINCONO I MAESTRI DEL FUMETTO FRANCESE
PREMI GRAN GUINIGI 2012 A “BLAST” DI MANU LARCENET
E “I SEGRETI DEL QUAI D'ORSAY” DI BLAIN E LANZAC





Lucca Comics and Games premia il grande graphic novel d'autore francese targato Coconino Press-Fandango. L'edizione 2012 della più importante manifestazione italiana dedicata al fumetto si è conclusa ieri con un nuovo record di presenze (156mila visitatori in quattro giorni). E i principali premi Gran Guinigi, gli "Oscar" del fumetto assegnati da una giuria di esperti del settore, sono andati a due maestri del graphic novel d'Oltralpe: Manu Larcenet ha vinto il premio al Miglior autore unico con il volume “Blast”, mentre il riconoscimento per la Miglior storia lunga è andato ai due volumi de “I segreti del Quai d'Orsay” di Christophe Blain e Abel Lanzac. Ecco le motivazioni dei premi:
Miglior autore unico - Manu Larcenet, Blast

Per lo stile carico di espressività e di partecipazione che raffigura in maniera efficacemente dolorosa l’emarginazione e il disagio della psiche.
Miglior storia lunga - Cristophe Blain, Abel Lanzac, I segreti del Quai d'Orsay
Per la capacità di svelare al lettore le ossessioni umane nei confronti del potere, in un momento di crisi e incertezza mondiale caratterizzato da un distacco sempre crescente tra il vivere quotidiano e le stanze dei bottoni.

BLAST
Dopo il pluripremiato graphic novel “Lo scontro quotidiano”, l’autore francese Manu Larcenet torna a scandagliare il male di vivere e gli abissi della psiche. Un viaggio nel lato oscuro dell’anima. Un mistero che si svela a poco a poco, come in un thriller psicologico, tenendo il lettore inchiodato alla pagina. Il protagonista, l’italo-francese Polza Mancini, è un clochard obeso e alcolista. Un uomo di 38 anni intrappolato in un corpo goffo ed enorme, specchio di violenti tormenti interiori, che di tanto in tanto ha dei momenti di “illuminazione”, allucinazioni-epifanie (il “Blast” del titolo), durante le quali si sente miracolosamente leggero, in armonia e in equilibrio con se stesso. In quegli istanti ha visioni dei misteriosi Moai, le statue colossali dai volti imperscrutabili dell’Isola di Pasqua, che vorrebbe confusamente raggiungere… Chi è Polza? Uno psicopatico, oppure il testimone di una verità profonda che noi “normali” non riusciamo a vedere?

I SEGRETI DEL QUAI D'ORSAY VOL. 1 E 2
Il ministro degli Esteri francese Taillard de Vorms ha una missione impossibile. Vuole opporsi agli Stati Uniti e convincere l’Onu a dire no all’intervento armato in un piccolo Stato mediorientale accusato di terrorismo. Serve un discorso memorabile: un capolavoro di eloquenza e retorica. Trovare le parole giuste e assecondare il vulcanico ministro sarà compito di Arthur, giovane, affannato funzionario e ghost-writer addetto al “linguaggio”. Una brillante commedia a fumetti in due volumi di Christophe Blain e Abel Lanzac che, raccontando la politica internazionale dietro le quinte, hanno dato vita a un vero e proprio caso editoriale in Francia.
Al centro dell’affresco c’è Taillard de Vorms: una maschera da Commedia dell’arte, iperattivo politico dalla chioma argentata che ama Napoleone e cita di continuo i Frammenti di Eraclito, i filosofi e i miti greci. Personaggio di fiction, ma con trasparenti allusioni a Dominique de Villepin, ex ministro degli Esteri francese tra il 2002 e il 2004 e in seguito anche premier, che in un celebre discorso all’Onu pronunciò uno storico no alla guerra in Iraq. Dietro lo pseudonimo di Abel Lanzac, l’autore dei testi, si cela un funzionario ministeriale che ha affidato i suoi ricordi alla matita grottesca, caricaturale ed ultra-espressiva di Christophe Blain, uno dei più apprezzati disegnatori della scena d’Oltralpe. Ne esce una divertente e universale satira di tutto il sottobosco degli uomini di potere. Il tono è comico, il ritmo a tratti da commedia slapstick. Un capolavoro, che è valso a Blain il Premio France Info 2012 per il fumetto d’attualità e di reportage.

Tutti i vincitori dei premi Gran Guinigi di Lucca Comics 2012:

COCONINO PRESS
Nata nel 2000 da un progetto di Igort e Carlo Barbieri, Coconino Press è la casa editrice che ha fatto conoscere in Italia i capolavori internazionali del romanzo a fumetti. Fra graphic novel e comics d’autore, la Coconino presenta le firme più importanti del fumetto, un linguaggio narrativo diffuso in tutto il mondo. Igort, Lorenzo Mattotti, David B, Gipi, José Munoz, Jiro Taniguchi, Daniel Clowes, Davide Toffolo: il catalogo della Coconino conta oltre 250 titoli ed è in costante espansione, per raccontare da vicino l’evoluzione dell’arte del fumetto.

FANDANGO LIBRI

La Fandango Libri nasce nel 1999 nell’ambito della casa di produzione e distribuzione cinematografica Fandango di Domenico Procacci. Nel 2005 diventano soci della casa editrice gli scrittori Alessandro Baricco, Carlo Lucarelli, Edoardo Nesi, Sandro Veronesi e la sceneggiatrice Laura Paolucci. Nel corso degli anni la Fandango ha pubblicato autori come David Foster Wallace e Anna Politkovskaja, John Cheever e Alessandro Baricco. Oltre ad occuparsi di narrativa e di reportage, Fandango Libri negli ultimi anni ha cominciato ad occuparsi di fumetti, con la riproposizione integrale dell’opera di Andrea Pazienza e la pubblicazione di alcuni capolavori di Will Eisner, maestro indiscusso del graphic novel. Il direttore editoriale è Mario Desiati.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

2 commenti:

  1. BLAST a me non è piaciuto.
    Storia fariginosa, lenta, non succede quasi nulla e quel poco che c'è.... è scarso, poco interessante e poco originale.
    I disegni invece, sono bellissimi.... davvero!!! :)

    RispondiElimina
  2. Noi purtroppo non lo abbiamo letto :)

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Scrivici