Spazi Aperti


L'Accademia di Romania in Roma annuncia l'inaugurazione della decima edizione di Spazi Aperti, il 23 Maggio alle ore 19, presso la propria sede in Viale delle Belle Arti 110, Roma.

Un evento di cultura ed integrazione nata appunto con l'intento di far nascere un dialogo tra le varie accademie ed istituti d'arte e di cultura straniera presenti sul territorio romano.

Uno spaccato d'arte unico nel mondo, ma ancor purtroppo poco noto.

La decima edizione è curata da Eleonora Farina, con due straordinari partner: l'Azienda Speciale Palaexpo - Palazzo delle Esposizioni di Roma e la fiera d'arte contemporanea ROMA - The Road to Contemporary Art.


Astrid Nippoldt
La mostra Spazi Aperti sarà allestita negli ambienti dell'Accademia di Romania, ospiterà circa 30 artisti borsisti internazionali e le loro opere, più una selezione di artisti speciali, ospiti d'onore della manifestazione, tra i quali anche alcuni che hanno già partecipato alle edizioni precedenti.

I quaranta lavori esposti affronteranno il tema legato all'artista e alla situazione socio-politica odierna. A quasi cento anni dalle riflessioni del filosofo russo Mikhail Bakhtin sull'immaginazione ideologica, in un momento di profonda crisi mondiale economica e sociale, diventa imprescindibile porsi interrogativi sull'oggetto artistico non più come risultato dell'operare creativo individuale ma su quello risultante di diverse forze centripete.

Le accademie partecipanti sono l'Accademia del Belgio, l'Accademia Britannica, l'Accademia di Danimarca, l'Accademia di Francia Villa Medici, l'Accademia di Romania, l'Accademia Tedesca Villa Massimo, l'Accademia d'Ungheria, Circolo Scandinavo, Delegazione Québec, Forum Austriaco, Istituto Svizzero e la Real Accademia di Spagna.

Tra gli eventi, sono da segnalare il Vernissage del 23 Maggio alle ore 19 presso l'Accademia di Romania, la performance di danza contemporanea il 27 maggio e la rappresentazione teatrale de "Il Marinaio" di F. Pessoa il 1 Giugno.

Tutti gli eventi sono elencati sul sito di Spazi Aperti.

Geta Bratescu
Spazi Aperti ed i suoi partner hanno inoltre avviato un dibattito per cercare in futuro di rendere questa manifestazione, nata dalla nobile iniziativa dell'Accademia di Romania, un punto di riferimento culturale internazionale, ove le energie possano essere incanalate in un unico canale, ove gli artisti possano avere finalmente una vetrina eccezionale, supportati dalla loro nazione di provenienza, per rendere l'esperienza della creatività a Roma unica ed indimenticabile. Una esperienza con maggior dialogo tra gli artisti, che sappia inoltre coinvolgere anche tutti gli artisti che operano sul territorio romano, offrendo anche a loro l'opportunità di mettersi in mostra con la loro arte.

Auspichiamo quindi che le sinergie possano svilupparsi in un festival culturale, "sfruttando" appieno le fucine d'arte che sono le Accademie e gli Istituti d'Arte Internazionali a Roma, arricchendo la già vastissima offerta culturale della città di Roma, ove non solo si ammira l'arte, ma la si crea.

SDC

A6 Fanzine: fumetti, cinema, musica, giochi, festival, fiere, racconti e molto altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Scrivici